Bye-bye Sarto, a Bergamo mancherai  Il Moroni riparte per Londra - le ultime foto

Bye-bye Sarto, a Bergamo mancherai
Il Moroni riparte per Londra - le ultime foto

L’Accademia Carrara posta in Facebook l’ultimo saluto prima che Il Sarto del Moroni parta per Londra: «Ciao tagliapanni, ci mancherai».

Un’opera che Bergamo ha amato, con un’altissima affluenza alla Carrara per poterla ammirare.

Ultimi controlli e il Sarto è pronto per partire per Londra!!! Ciao Taglia Panni, ci mancherai...

Pubblicato da Accademia Carrara su Lunedì 29 febbraio 2016

Munito di forbici e tessuti, insieme a quel suo fascino capace di attraversare i secoli, il Sarto è ripartito per la National Gallery di Londra. Lasciandoci un gran bel ricordo e numeri da record: nel fine settimana del 20-21 febbraio per esempio sono stati più di 6.400 i visitatori delle oepre moroniane.

Pronto per partire

Pronto per partire

A fare la parte del leone, come prevedibile, è stata l’Accademia Carrara con 3.550 ingressi, seguita dalle 1.588 persone che non hanno perso l’occasione di ammirare a Palazzo Moroni il «Cavaliere in rosa» (probabilmente il ritratto più amato dal grande pubblico dopo il Sarto) e dai 1.267 ingressi al Museo Diocesano, una sorpresa per i capolavori di arte sacra del pittore che, come è noto, richiedono un approccio certamente più complesso e difficile rispetto all’immediato appeal esercitato dai suoi ritratti.

Anche il direttore dell’Accademia Carrara Emanuela Daffra ha espresso soddisfazione per una formula che ha amplificato le risorse del museo. «È un’ azione di illuminazione reciproca tra collezione permanente ed opera ospite, un modo visivamente efficace di dimostrare la inesauribile potenzialità di racconti inediti racchiusi in un museo: sarà perciò una delle strategie che ancora saranno messe in campo nel prossimo futuro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA