Cinema all’ex chiesa di Sant’Agostino Così l’Università festeggia i 50 anni

Cinema all’ex chiesa di Sant’Agostino
Così l’Università festeggia i 50 anni

A partire dall’8 maggio, l’Ex Chiesa di Sant’Agostino apre le porte al terzo appuntamento della rassegna cinematografica Uni.Movie in occasione del 50° anniversario dell’Università degli Studi di Bergamo.

«Dopo mezzanotte» di Davide Ferrario, presso l’Aula Magna, Ex Chiesa di Sant’Agostino, martedì 8 maggio alle ore 20.30. L’Università degli Studi di Bergamo compie 50 anni diventa protagonista di numerose iniziative che si rivolgono al territorio con l’obiettivo di validare il legame autentico che l’Ateneo è riuscito a costruire con la città e con le sue realtà economiche e sociali. Le iniziative sono realizzate grazie al prezioso contributo dei main partner UBI Banca, Gewiss e Siad che fin da subito hanno scelto di sostenere un progetto così significativo per la comunità.

cinema s.agostino

cinema s.agostino

Tra i tanti eventi in calendario, il cinema diventa polo di un orizzonte strategico e di senso attraverso il quale i cittadini sono invitati ad avvicinarsi all’Istituzione e a riconoscerla come realtà attiva e protagonista anche nella vita di tutti i giorni. La rassegna cinematografica Uni.Movie (9 appuntamenti ad ingresso libero, un martedì al mese per tutto l’anno) rappresenta un percorso di edutainment che, attraverso il linguaggio condiviso delle immagini, sia per gli spettatori un’occasione di crescita personale.

Il terzo film in programma, martedì 8 maggio, è Dopo mezzanotte diretto da Davide Ferrario. Nato a Casalmaggiore e successivamente cresciuto a Bergamo, inizia a lavorare nel campo del cinema negli anni ’70, avviando al contempo una piccola società di distribuzione a cui si deve la circuitazione in Italia di Fassbinder, Wenders, Wajda e di altri registi. L’intenzione del regista è di fare un film sull’amore per il cinema, per quel cinema che ad oggi non esiste più. La pellicola parte da una contrapposizione di due luoghi estremi della città di Torino: il quarteire periferico della Falchera e il centro della città costituito dalla Mole Antonelliana e dal museo del cinema in essa contenuto. Componenti del cast sono Giorgio Pasotti, noto attore bergamasco, Francesca Inaudi e Fabio Troiano.

La proiezione sarà introdotta dal Prof. Simone Villani, laureato in lettere moderne alla Sapienza di Roma e dottore di ricerca in cinema dell’Università degli Studi di Bergamo, dove riveste il ruolo di professore aggregato. Uni.Movie è un progetto dell’Università degli Studi di Bergamo e PEO Comunicazione, con la direzione artistica dell’Associazione Festival internazionale del Cinema d’Arte, realizzato grazie al sostegno di UBI Banca, Gewiss e Siad, S.A.C.B.O. in qualità di co-partner e Tenaris in qualità di event partner. Dopo mezzanotte .Aula Magna dell’Università, ex Chiesa di Sant’Agostino, ore 20.45. L’iniziativa è gratuita fino ad esaurimento dei posti disponibili. Tutte le informazioni sul sito www.50unibg.it

I prossimi film in cartellone: 5 giugno 2018 – La mafia uccide solo d’estate di Pif, con Cristiana Capotondi, Pif, Ginevra Antona, Alex Bisconti, Claudio Gioé. Italia, 2013, 01 Distribution, 90’. Introduzione a cura della Prof.ssa Alberta Giorgi.

3 luglio 2018 – Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese, con Giuseppe Battiston, Anna Foglietta, Marco Giallini, Edoardo Leo, Valerio Mastandrea, Alba Rohrwacher, Kasia Smutniak. Italia, 2016, Medusa, 97’. Introduzione a cura della Prof.ssa Francesca Pasquali

4 settembre 2018 – Il racconto dei racconti di Matteo Garrone, con Salma Hayek, John C. Reilly, Christian Lees, Jonah Lees, Alba Rohrwacher. Italia/Francia, 2015, 01 Distribution, 128’. Introduzione a cura della Prof.ssa Barbara Grespi

2 ottobre 2018 – Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti, con Claudio Santamaria, Luca Marinelli, Ilenia Pastorelli, Stefano Ambrogi, Maurizio Tesei. Italia, 2016, Lucky Red, 112’. Introduzione a cura del Prof. Fabio Cleto

6 novembre 2018 – Il ragazzo invisibile di Gabriele Salvatores, con Ludovico Girardello, Valeria Golino, Fabrizio Bentivoglio, Christo Jivkov, Noa Zatta. Italia/Francia/Irlanda, 2014, 01 Distribution, 100’. Introduzione a cura della Prof.ssa Cristina Casaschi

4 dicembre 2018 – La prima cosa bella di Paolo Virzì, con Valerio Mastandrea, Micaela Ramazzotti, Stefania Sandrelli, Claudia Pandolfi, Marco Messeri. Italia, 2010, Medusa, 116’. Introduzione a cura del Prof. Marco Marzano

© RIPRODUZIONE RISERVATA