Mercoledì 26 Aprile 2006

Collettiva di pittori bergamaschi a Orio al Serio

È stata inaugurata sabato scorso a Orio al Serio una collettiva di pittori bergamaschi a cura di Bruna Bellini con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Orio al Serio.
Sono presenti con le loro opere i seguenti artisti:
Aldo Salvadori
Emilio Nembrini
Trento Longaretti
Alberto Meli
Cinto Galizzi
Gemma Manzoni
Edgardo Salvi
Attbell
Non è possibile soffermarci su specifiche note riguardanti ognuno di questi artisti perché per ciascuno di loro si richiederebbe un lungo spazio e, inoltre, perché essi sono ormai da sempre conosciuti e stimati non solo dai critici e dagli studiosi d’arte per le personali e la fama che essi si sono acquistati con mostre importanti presso Gallerie sia in Italia che all’estero, ma bensì per la stima che tutti i bergamaschi nutrono nei loro confronti. Sono proprio questi artisti, insieme ad altri loro contemporanei logicamente, a continuare quella tradizione che da secoli rende la nostra città e la nostra provincia una terra feconda di «operatori» che all’arte hanno saputo donare sempre un prestigio che tutti ci invidiano.
Una dimostrazione l’abbiamo proprio con questa collettiva che, attraverso le opere esposte, ci rivela come il figurativo classico rimane «a radice» di un valido dipinto o di una apprezzata scultura. Da tale «classicismo» fioriscono quindi le varie personalità nelle quali è possibile scoprire quanto eccellenti siano i risultati che questi artisti riescono a realizzare mediante le loro inconfondibili ricerche per rendere l’arte espressione di una cultura a loro e a noi contemporanea. Tra gli artisti che espongono a Orio al Serio troviamo dei veri maestri della pittura e della scultura lombarda in generale e di quella bergamasca in particolare.

Non hanno certo bisogno di commenti i dipinti di Salvadori (nella foto, un suo dipinto), di Nembrini, Longaretti, Alberto Meli, Cinto Galizzi, nei quali troviamo senza difficoltà i concetti dell’arte espressi in immagini visive oltremodo significative oltre che straordinarie nella loro realtà stilistica. Ma non da meno lo sono la Manzoni, Salvi e Attbell, i quali sono più che mai interpreti di tali valori che autentici maestri hanno loro trasmesso.

Durata della mostra
fino al 7 maggio
Orari
tutti i giorni dalle 16 alle 19,30, sabato e festivi dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 16 alle 19,30.
Dove
Sala espositiva del Teatro - via De Amicis - Orio al SerioLino Lazzari

g.francinetti

© riproduzione riservata