Venerdì 28 Maggio 2004

DeSidera, torna in scena San Francesco

Sabato sera alle 21 torna «DeSidera», la rassegna promossa dal Centro culturale Nicolò Rezzara. E torna Francesco d’Assisi in uno spettacolo. Stavolta tocca alla Filarmonica Clown ingrossare la schiera di quanti, negli ultimi anni, hanno portato in scena la vita e le opere del santo assisiate: il titolo è «Un uomo di nome Francesco» e va in scena nella Chiesa di San Giorgio in Lemine, ad Almenno San Salvatore. Il testo è di Giampiero Pizzol, la regia di Letizia Quintavalla, gli attori sono Valerio Bon-giorno, Piero Lenardon e Carlo Rossi, con Marco Finco, frate francescano che è anche cantante e attore.

Con questo appuntamento, riaffiora in «DeSidera» una tematica più esplicitamente religiosa. La manifestazione è nata infatti come rassegna di teatro sacro, poi, molto opportunamente, ha deciso di perseguire i propri obbiettivi attraverso spettacoli dai forti contenuti spirituali, ma non necessaria-mente di diretta ispirazione religiosa. È un atteggiamento di confronto e apertura che, peraltro, si ritrova anche in questo «Un uomo di nome Francesco»: nessun altra figura religiosa, infatti, ha affascinato così tanto, negli ultimi anni, il mondo del teatro.

In scena ci sarà la Filarmonica Clown, gruppo storico della clownerie italiana, nato alla fine degli anni 70 alla scuola di Bolek Polivka, grande attore, mimo e clown cèco. Un gruppo comico per un santo che fu il «giullare di Dio»: l’accostamento non è per nulla irrispettoso, anzi. Tanto più che la direzione è di Letizia Quintavalla, una delle più importanti registe italiane, per anni al Teatro delle Briciole di Parma.

Informazioni utili

Inizio: ore 21.

Alle 20, visita guidata in collaborazione con le guide «Amici del Romanico».

Ingresso libero.

Info: Centro culturale Nicolò Rezzara, tel. 035/243539.

(28/05/2004)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags