Dopo The Floating Piers la mastaba Christo, sempre sull’acqua ma a Londra
L’immagine pubblicata da The New York Times

Dopo The Floating Piers la mastaba
Christo, sempre sull’acqua ma a Londra

Dopo il lago d’Iseo c’è Londra. Qui il 20 giugno verrà inaugurato il nuovo progetto di Christo. Niente passerelle, ma un’installazione - sempre galleggiante - che si ispira alle mastabe.

Verrà inaugurato il 20 giugno a Londra il nuovo progetto di Christo, la Mastaba, un nuovo capitolo nella lunga carriera dell’artista bulgaro dopo il successo e la grande risonanza ottenuta nel 2016 dall’installazione The Floating Piers, sul lago d’Iseo.

La nuova struttura, spiega il New York Times, è ispirata alle mastabe, le tombe monumentali di forma trapezoidale, tra i più antichi esempi di architettura egizia, già usate come fonte di ispirazione nel 1975 in Texas e al centro di un ulteriore progetto da realizzare nel deserto di Abu Dhabi.

L’immagine dell’opera prevista a Londra da Christo

L’immagine dell’opera prevista a Londra da Christo

Christo e la moglie, Jeanne Claude (morta nel 2009), hanno iniziato a lavorarci dal 1979. La mastaba londinese sarà composta da 7.506 barili di petrolio e galleggerà sul lago Serpentine, alle spalle del Kensington Palace, all’interno di Hyde Park. L’opera, alta una ventina di metri e pesante 500 tonnellate, verrà svelata in contemporanea all’apertura della mostra dedicata a Christo e Jeanne-Claude allestita nella vicina galleria d’arte Serpentine. Lasciato alle spalle il color dalia della passerella galleggiante, stavolta le tonalità dominanti saranno il bianco, il rosso e il blu, richiamando la bandiera inglese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA