Martedì 12 Ottobre 2004

Francesco Tresoldi a Martinengo

Il pittore bergamasco Francesco Tresoldi espone una sua personale a Martinengo nella chiesetta della Congregazione. Titolo della rassegna è «Modulazione di luce nella pittura» e l’artista, che ormai ha alle sue spalle una qualificata esperienza anche attraverso le numerose esposizioni da lui presentate in importanti gallerie d’arte sia in Italia che all’estero, dà a vedere di trovare in questa «modulazione» il motivo di ispirazione alle sue opere.

I dipinti di Francesco Tresoldi testimoniano in primo luogo una sua geniale capacità a servirsi di una tecnica fatta di colpi di pennello che inducono a richiami del «puntinismo», però in chiave moderna e prettamente personale. Nulla, nei suoi dipinti, fa pensare a «copiature» stilistiche di tempi passati, bensì una concezione nuova dell’uso del cromatismo, con il quale Tresoldi gioca con intraprendente novità. Il suo colore si espande sulla tela ma con tocchi a sequenza senza fine, quasi un rincorrersi di sprazzi luminosi nel contesto di paesaggi che sanno di incanto e di fresca poesia. Infatti proprio in questo cromatismo Tresoldi si manifesta come un «ricercatore» di novità estetiche ma per nulla fini a se stesse. A lui interessa più che altro il meraviglioso fascino di antiche case, di borghi montani, di agglomerati abitati quasi si trattasse di poetici alveari che si incastrano gli uni negli altri a testimonianza di una presenza umana fatta di amicizie e affettuosità. Ed è proprio questo il messaggio che Francesco Tresoldi intende trasmettere con i suoi dipinti, dove ogni colpo di pennello è simbolo di calore.

Informazioni utili

Durata della mostra: fino al 17 ottobre

Chiesa della Congregazione - MartinengoLino Lazzari

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags