Martedì 07 Marzo 2006

Il pittore Andrea Vaccaro espone a Legnano

Il pittore Andrea Vaccaro é un artista ben conosciuto e apprezzato anche da noi bergamaschi per le sue diverse mostre personali che egli ebbe a presentare con successo nella nostra Città. Vive e lavora a Legnano (Milano) dove in questi giorni, con il patrocinio del Comune, ha in corso una retrospettiva con opere che abbracciano il lontano periodo della sua attività professionale, e cioè con disegni che risalgono agli anni 1940 1950.
Tali opere si riferiscono al tempo della fanciullezza di Andrea Vaccaro, quando la sua «mano» di artista precoce già rivelava in lui una chiarissima predisposizione al disegno. Osservando quelle sue «composizioni», che da sempre hanno attirato l’attenzione dei critici con interessanti pubblicazioni al riguardo, si rimane per davvero stupiti delle capacità segniche e interpretative messe in atto da un ragazzo di giovanissima età. E nella semplicità di quei disegni vi è tutto un «mondo» di indimenticati ricordi, con personaggi e ambienti che solo la mente delle persone più anziane tra noi ancora rievocano quasi con nostalgia. E in quei disegni del piccolo Andrea Vaccaro si evidenzia una sensibilità poetica oltremodo straordinaria, per cui gli osservatori di questa sua attuale rassegna non potranno che ammirare con profonda attenzione e sempre più apprezzare. Oggi Andrea Vaccaro è un artista affermato, soprattutto per quegli stilemi neofigurativi della sua arte pittorica, che intelligentemente, e a ragion veduta, si oppongono alle «ricerche» di quei pseudo-artisti i quali con la vera arte non hanno proprio nulla a che fare. E ben fa Andrea Vaccaro, sia con le sue opere sia con i suoi scritti, a difendere la «vera» arte della pittura, e a sostenere una tradizione che sempre ha reso onore alla cultura italiana.

Durata della mostra
fino al 24 marzo
Orari
tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 17 alle 19; sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.30.
Dove
Centro Culturale «San Magno», Piazza San Magno - Legnano.

(07/03/2006)Lino Lazzari

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags