In pista l’anima cubana di Oney E il pubblico impazzisce per lui

In pista l’anima cubana di Oney
E il pubblico impazzisce per lui

Anche una presa ad angelo per Oney Tapia. E il pubblico impazzisce ancora una volta.

Ha scelto di ballare il merengue Oney Tapia, nella puntata di Ballando con le stelle di sabato 18 marzo. Il suo spirito cubano si mostra in pista e fa ballare anche il pubblico che tiene il ritmo.

Il paraolimpico che vive a Sotto il Monte sta facendo molto parlare di lui, una grande scoperta dal punto di vista artistico. E molti giornali e riviste, anche on line, si stanno occupando della sua storia. Oney, infatti, non è cieco dalla nascita, ma lo è diventato a causa di un incidente che ha raccontato diverse volte. Cubano di nascita, Oney si è trasferito nel 2003 in Italia, a Sotto il Monte. Tapia era un giocatore di baseball e lavorava anche come giardiniere. Tuttavia, il 25 maggio del 2011, proprio mentre stava svolgendo il suo lavoro è avvenuto l’incidente che gli è costata la vista. Racconta Tapia che l’incidente è capitato mentre stava abbattendo un albero di 50 metri: «Il tronco, piegato dal taglio, mi è caduto addosso. Mi ha colpito sul viso, all’altezza degli occhi. E la violenza dell’urto mi ha provocato lo scoppio di entrambi i bulbi oculari».

E anche in questa puntata Oney Tapia si è dimostrato un grande artista: ogni esibizione dell’atleta paralimpico scatena l’entusiasmo del pubblico in sala (ma pure di quello a casa). E succede anche stavolta, con il suo merengue, che prevede – tra le altre cose – anche una presa ad angelo per niente semplice. Che lui, ovviamente, compie senza apparenti problemi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA