Sabato 20 Settembre 2003

Lab 80 e Sezione Aurea in open day

Mercoledì 24 settembre all’Auditorium di piazza della Libertà la Sezione Aurea e il Lab 80 presentano alle 15 la stagione teatrale e cinematografica 2003/2004 dell’Auditorium di Piazza Libertà. Il pomeriggio sarà allietato alle 16 con «Insalata di risate», animazione e letture per bambini ad ingresso gratuito a cura di Maura Mandelli ed Enzo Bolla, con Mario Mariotti, Sergio Rocchi, Anna Sartori della Compagnia teatrale della Sezione Aurea.A seguire, l’autrice Assunta Borani e Ava Gagliardi, direttrice della Collana Spazio Aperto, presentano «Ridere», racconti umoristici da leggere e da scrivere.Per la sera è invece prevista la proiezione, alle ore 21, del film «Roger and me» di Michael Moore, documentario insolitamente comico in cui l’individuale e il collettivo si mescolano e si separano continuamente. L’ingresso al film è di 5 euro, 4 per i soci del Lab 80.Durante il pomeriggio verranno anche presentati i corsi di cinema organizzati dal Lab 80 e Fondazione Alasca per la Stagione 2003 / 2004

Questo il programma e calendario- Corso teorico e pratico di approccio all’utilizzo della telecamera e delle tecniche di ripresa - Corso base

A cura di Giuliano Magni

Primo incontro lunedì 20 ottobre 2003 alle ore 20,30 presso la Saletta Alasca di Torre Boldone.

A seguire lunedì 27 ottobre, 3, 10, 17, 24 novembre e 1° dicembre dalle ore 20.30 alle ore 23 nella Saletta Alasca.

Oltre a quattro incontri di 4 ore da concordare con i partecipanti per le riprese in esterni (da tenere nei fine settimana di novembre).

Il corso vuole fornire ai partecipanti gli elementi teorici necessari per utilizzare in modo corretto e appropriato la telecamera. Le lezioni prevedono delle esercitazioni durante le quali ogni partecipante avrà la possibilità di mettere in pratica le nozioni acquisite. Il corso è rivolto a coloro che intendono approfondire la loro conoscenza del sistema televisivo in generale, a coloro che vogliono risolvere i problemi posti dall’utilizzo di questo strumento e a coloro che vogliono intraprendere nel futuro una professione nel mondo televisivo. Ai partecipanti non è richiesta nessuna preparazione o conoscenza specifica e nessuna attrezzatura.

Durante il corso, articolato in 7 lezioni teoriche e 4 lezioni pratiche, verranno affrontati molti argomenti fra i quali:

- La ripresa cinematografica: la cinepresa, la pellicola, i formati della pellicola e i formati di ripresa, elementi essenziali di sensitometria e di ottica.

- La ripresa televisiva: la telecamera, il CCD, il nastro magnetico, la registrazione video, le codifiche internazionali, gli standard di ripresa più diffusi, il segnale analogico ed il segnale digitale.

- La natura della luce: le attrezzature per illuminare una scena (proiettori, riflettori, diffusori, stativi, specchi, riflessi, luci a scarica e ad incandescenza), le caratteristiche di una sorgente luminosa (qualità, colore, direzione, intensità), come si misura la luce (intensità luminosa, illuminamento), come si usa una luce (principale, taglio, riempimento).

- Le attrezzature utilizzate a vari livelli per l’esecuzione di una ripresa: cavalletto, carrello, dolly, steady-cam; movimenti di macchina relativi.

Nelle esercitazioni pratiche si insisterà in modo particolare sulla corretta esecuzione di una ripresa, unendo l’aspetto tecnico a quello artistico e comunicativo. Si effettueranno degli esercizi per raggiungere la padronanza con i comandi e i controlli dello strumento di ripresa (tempi di otturazione, esposizione, messa a fuoco, bilanciamento del bianco) e al tempo stesso si forniranno quegli elementi essenziali che consentono ai corsisti di tradurre correttamente in inquadrature le scene, i luoghi, le persone e le azioni. La partecipazione diretta dei corsisti è indispensabile. I partecipanti avranno modo di vedere e utilizzare attrezzature professionali quali Telecamere Betacam, cavalletti e apparecchi illuminanti (Proiettori e Riflettori Cine).

Iscrizione Euro 150,00 Soci Lab 80 e Amici Fondazione Alasca Euro 120,00. Informazioni: 035/344246 - 035/342239

- Walt Disney Pictures, storia ed evoluzione di un mito

A cura di Chiara Poli

4 incontri (7 - 14 - 21 - 28 ottobre 2003) nella saletta Alasca di Torre Boldone

L’immaginario collettivo è ormai indissolubilmente legato al marchio della Walt Disney Pictures. Ogni Natale, siamo tutti ansiosi di sapere quale nuova produzione ci trasporterà nel magico regno del cartone animato per antonomasia. È lecito, quindi, chiedersi le ragioni di questo successo e cercare di capire i processi che hanno creato un mito senza precedenti nell’immaginazione dei bambini di tutto il mondo.

Ammirato, criticato, copiato e celebrato, il fondatore degli Studios più celebri del mondo ha accompagnato i sogni di diverse generazioni di adulti e bambini.

Attraverso un’analisi delle peculiarità dei suoi film verranno illustrati l’adattamento dei prodotti d’animazione al processo di evoluzione socio-culturale e l’enorme lavoro di business marketing alla base del trionfo disneyano.

Il corso si articola in 4 incontri, durante i quali verranno affrontati i seguenti argomenti:

Walt Disney: la fondazione degli Studios

Topolino e Paperino

La rivoluzione di Biancaneve: i lungometraggi

Struttura narrativa dei film disneyani

Costruzione e psicologia dei personaggi

Evoluzione degli eroi disneyani

Le fonti letterarie di Walt Disney

L’era digitale: la Pixar Animations

Iscrizione Euro 45,00 Soci Lab 80 e Amici Fondazione Alasca Euro 35,00

Informazioni: 035/344246 - 035/342239

- Così uguali, così diversi: tre film sull’amore

A cura di Dario Catozzo

4 incontri (11 - 18 - 25 novembre / 2 dicembre 2003) nella saletta Alasca di Torre Boldone

Un tempo, dire che un regista era specializzato in melodrammi significava confinarlo in un’area di minore considerazione, nonostante grandissimi successi commerciali siano stati tributati proprio a film che mettono in scena amori impossibili, o tormentati: si pensi a Via col vento o a Titanic. Il regista di riferimento nei quattro incontri che proponiamo è proprio un campione del genere melodramma: si tratta di Douglas Sirk, un europeo emigrato ad Hollywood (ma che all’apice della carriera è ritornato in Germania), che ha diretto film di grande successo, quali La magnifica ossessione, Come le foglie al vento e Lo specchio della vita. Film per i quali i critici contemporanei storcevano il naso, ritenendoli puri congegni strappalacrime, ingenui e superficiali. Una più attenta visione di quei film ha modificato radicalmente l’opinione corrente: rivisti e studiati nei particolari, i melodrammi girati da Sirk si sono rivelati raffinati, sottilmente anticipatori di tensioni che sarebbero esplose negli anni Sessanta e molto meno ingenui di quanto fingevano di essere. Secondo amore (All that Heaven Allows, Usa 1955) è il film di Sirk che proponiamo alla visione e alla rilettura critica. Si tratta ancora di un film pienamente immerso nel décor hollywoodiano, ma di notevole capacità critica del modo di vita della società americana (e non solo), che ha avuto la particolarità di essere stato ripreso, a vario modo, con diversa sensibilità e a molti anni di distanza da altri due registi: uno tedesco, Rainer Werner Fassbinder, l’altro americano Todd Haynes. I film sono La paura mangia l’anima (Angst essen Seele auf, Germania 1973) e Lontano dal Paradiso (Far from Heaven, Usa 2002). Analizzare ciascuno di questi film e confrontarli tra loro, rilevando quanto hanno in comune e quanto li differenzia, significa addentrarsi nel lavoro di messa in scena, dare peso a ciò che a prima vista non appare o sembra insignificante, passare dal ruolo di spettatore a quello di critico e mettere in gioco la propria capacità di osservazione.

Ciascuno dei primi tre incontri sarà dedicato alla visione del film con commento critico a seguire. Verranno visti nell’ordine: Secondo amore di Douglas Sirk, La paura mangia l’anima di Rainer Werner Fassbinder e Lontano dal Paradiso di Todd Haynes. Nel quarto e ultimo incontro saranno messi a confronto i tre film e prese in considerazione affinità e differenze.

Iscrizione Euro 45,00

Soci Lab 80 e Amici Fondazione Alasca Euro 35,00

Informazioni: 035/344246 - 035/342239

(20/09/2003)

f.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags