«L’altra faccia della terra» Racconti di donne a Seriate

«L’altra faccia della terra»
Racconti di donne a Seriate

Parlano di donne che si mettono in gioco. E lo fanno per gli altri.

Il gruppo di Bergamo di Medici Senza Frontiere venerdì 13 marzo organizza allo Spazio Terzo Mondo di Seriate un incontro. Ospite Monica Triglia, vicedirettore di Donna Moderna che racconterà le esperienze vissute nelle diverse missioni di Medici Senza Frontiere che ha visitato, raccolte nel libro «L’altra faccia della terra», con letture di Giorgio Personelli e testimonianza di due operatori umanitari di MSF, Guido Ortelli e Maria Merelli.

La serata inizierà alle 19 con un momento conviviale, un aperitivo solidale, e dalle 21 prenderanno il via i racconti.

La locandina dell’incontro

La locandina dell’incontro

Con Monica Triglia anche Maria Merelli e Guido Ortelli, 64 anni, psicoterapeuta di Trezzo D’Adda, che con la pensione ha deciso di mettersi in gioco partendo la sua prima missione umanitaria, a dare supporto psico-sociale in un ospedale di MSF in Giordania che accoglie rifugiati dalla Siria, Iraq e Yemen, e Maria Merelli, 31 anni di Boccaleone, medico infettivologa rientrata a fine novembre scorso dal progetto di MSF ad Augusta in Sicilia per dare assistenza ai migranti che si trovavano a soggiornare in banchina in attesa di essere trasferiti nei centri di prima accoglienza.

Ecco brevemente come racconta la sua esperienza: «Le storie dei percorsi migratori via mare dalla Libia sono per lo più storie di uomini, giovani e sani, perché sono loro ad avere più chance di superare l traversata. Ma la situazione attuale non ha lasciato scampo e pertanto da Siria e Palestina arrivano interi nuclei familiari con anziani e bambini, senza alternativa a guerre che durano da anni di cui portano segni in mente e sul corpo. Arrivano molte donne che hanno attraversato deserto su camion, son sopravvissute alle prigioni libiche ed alla traversata e cercano di raggiungere, con poco inglese e tanto coraggio, conoscenti in nord Europa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA