«Omaggio a Olmi» al Conca Verde per celebrare il regista bergamasco

«Omaggio a Olmi» al Conca Verde per celebrare il regista bergamasco

Comincia martedì 9 settembre, al cinema Conca Verde di Longuelo, l’«Omaggio a Ermanno Olmi», un ciclo di cinque film a scadenza settimanale ogni martedì, fino al 7 ottobre, a celebrare il grande artista che ha appena ricevuto il leone d’Oro alla carriera alla mostra del cinema di venezia. Il 4 ottobre, poi, giornata di studio aperta a tutti nell’ex sala consiliare di via Tasso. L’«Omaggio a Olmi» comprende i seguenti cinque film, in proiezione ogni martedì alle ore 21, a partire dal 9 settembre: «L’albero degli zoccoli» (1978, Palma d’oro a Cannes), «Il tempo si è fermato» (1959), primo lungometraggio del regista dopo una serie di documentari girati per la Edisonvolta, che gli aveva affidato la neonata sezione cinema nei primi anni Cinquanta, «Il posto» (1961), interpretato da Sandro Panseri e da Loredana Detto, che Olmi sposerà nel ‘63, «I fidanzati» (1963). Sono film che hanno intensamente al centro il tema del lavoro e dei giovani, molto sentito da Olmi. La rassegna si concluderà, il 7 ottobre, con «…E venne un uomo» (1965), affettuosamente dedicato al «Papa contadino» di Sotto il Monte Angelo Giuseppe Roncalli. L’ingresso per questo film sarà libero. I film saranno preceduti da una presentazione a cura del Centro studi cinematografici. Il tutto sarà poi coronato da una «giornata di studio», aperta a tutti, che si svolgerà il 4 ottobre alle ore 15 nell’ex sala consiliare di via Tasso. Saranno presenti la scrittrice e documentarista Daniela Padoan, che ha recentemente dedicato al regista bergamasco il libro-intervista «Ermanno Olmi, il sentimento della realtà» (Editrice San Raffaele), il regista Piergiorgio Gay, allievo e collaboratore di Olmi e autore, tra l’altro, di «La forza del passato», il critico di «Cineforum» Adriano Piccardi.(08/09/2008) 

© RIPRODUZIONE RISERVATA