Martedì 03 Giugno 2008

«Prova d’autore» vince Elena Locatelli

Da grande sogna di diventare un chirurgo cardiovascolare. La sua passione è la medicina e questa è la facoltà universitaria che vorrebbe frequentare non appena conclusi gli studi superiori. Un futuro ancora tutto da scrivere per Elena Locatelli, 18 anni, di Ponte San Pietro, che con la penna però ha già dimostrato di saperci fare. Non a caso è stata premiata a Palermo, alla Società di storia patria del capoluogo siciliano, per aver vinto la terza edizione del concorso «Prova d’autore: leggere per scrivere», promosso nel contesto del progetto «Il quotidiano in classe» dall’Osservatorio permanente giovani editori insieme alla Fondazione Achille e Giulia Boroli e la Fondazione Banco di Sicilia. Un’iniziativa rivolta esclusivamente agli studenti di quinta superiore di tutti gli istituti italiani partecipanti al progetto «Il quotidiano in classe», che erano stati invitati ad approfondire alcuni temi attuali attraverso la lettura di libri scritti da studiosi autorevoli. Leggerli, analizzarli e svilupparne in un breve saggio le tematiche, con riflessione personale. Elena, che frequenta la quinta classe del liceo scientifico all’istituto «Giovanni Maironi da Ponte», a Presezzo, quando ha saputo del concorso non si è tirata indietro. «Non so cosa mi abbia spinto a partecipare – spiega la vincitrice –. Forse l’idea di condividere questa esperienza con una mia compagna di classe. Non credevo di poter vincere. Anzi, dopo aver inviato il mio elaborato, nel marzo scorso, me ne ero perfino scordata».A rinfrescarle la memoria una telefonata da parte dell’Osservatorio che due settimane fa le ha comunicato di essere tra i finalisti del concorso: «Lunedì 26 maggio sono andata a Palermo per le premiazioni, accompagnata da mio papà Maurizio – continua Elena -. Solo allora ho saputo di aver vinto e di non essere semplicemente tra i finalisti. È stato motivo di soddisfazione, ma anche di orgoglio». Elena ha vinto il concorso «Prova d’autore: leggere per scrivere»: il suo elaborato è stato selezionato insieme a quello di altri cinque studenti italiani tra gli 81.000 presentati a livello nazionale per «lucidità di analisi, originalità di trattazione e capacità di esposizione». Dei tre libri proposti per l’approfondimento, la studentessa di Ponte ha scelto «Potere e libertà. L’antica arte della politica» di Alessandro Corneli. (03/06/2008)

e.roncalli

© riproduzione riservata