Martedì 26 Aprile 2005

Le «Cosmologie» di Ariel Soulè

«Cosmologie» è il titolo della personale che il pittore Ariel Soulé presenta a Palazzolo con la sua personale. È, questa, la sua sesta rassegna presso la medesima Galleria d’arte «Studio F.22» diretta da Franco e Laura Rossi, i quali già a partire dal 1984 misero in esposizione le sue opere nella certezza di proporre al pubblico un artista fin da allora apprezzato e stimato in campo internazionale, e con al suo attivo una serie di esposizioni che gli valsero la stima dei più affermati critici d’arte.

Nato a Buenos Aires nel 1952, Ariel Soulé ha studiato dapprima in Spagna, dove la famiglia si era trasferita nel 1967, presso la Scuola Massena de Arte, e poi a Milano dove, all’Accademia di Brera, ebbe come insegnanti Cantatore e Purificato. La sua personalità andò così di anno in anno arricchendosi di esperienze sempre più positive, così da distinguersi tra i suoi colleghi attraverso interpretatività pittoriche oltremodo ricche di originalità e di inventiva. Ne è testimonianza ora questa sua personale dove egli, attraverso le sue opere, dà a vedere il possesso di una simbologia da studiarsi a fondo per comprenderla in ogni sua realtà che, a nostro avviso, assume l’aspetto della pittura metafisica. Infatti abbiamo l’impressione, e la certezza nel medesimo tempo, che la pittura di Ariel Soulé non è per nulla legata alla contemporaneità, bensì a concettualità che abbracciano, con il passato, il presente e il futuro.

Le sue immagini pittoriche, che danno l’impressione di evocare oggettualità indefinite, per la verità sono un connubio tra ciò che «ricordo» di tempi ormai lontani con il tempo che stiamo vivendo, con veri accenti di atemporaneità, quasi a distogliere le realtà rappresentate anche dallo stesso spazio nel quale sono racchiuse. Sono, quelle di Ariel Soulé, immagini di spontanea poesia che sanno suscitare intense emotività interiori. Sono immagini che vanno più che altro meditate anziché osservate, anche se da una più attenta osservazione scaturisce una sempre maggior riflessione su ciò che era ma che non è per nulla tramontato, su ciò che ci hanno procurato sul piano culturale e che ora è divenuto possesso della nostra stessa conoscenza che necessariamente si apre alle conoscenze del domani.

Durata della mostra

fino al 31 maggio

Orari

tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19

Luogo

Studio F.22 Modern Art Gallery - Palazzolo sull’Oglio

Sito - www.yzm.it/studiof22

e-mail - [email protected]Lino Lazzari

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags