Venerdì 24 Settembre 2004

L’«American Circus» festeggerà a Bergamo i suoi 40 anni di spettacolare attività

La mancanza di spazi in città aveva impedito l’arrivo del tradizionale circo durante le celebrazioni di Sant’Alessandro, ma non impedirà all’«American Circus» di festeggiare a Bergamo i suoi 40 anni di attività. Si tratta di una città viaggiante fatta di animali, luci e acrobati: il più grande spettacolo a tre piste che ha deciso di festeggiare in Italia la ricorrenza.

E lo spettacolo inzia proprio domani: a Bergamo, il circo sarà infatti presente dal 28 ottobre al 7 novembre. Lo spettacolo, ribattezzato «American Circus at the future», sarà coreografato da tre registi internazionali: il francese Cloude Legermuller che ha creato un balletto acrobatico in aria; il russo Sthephan Druarde che ha interpretato i quadri a terra; e l’italiana Laura D’angelo, show girl e figlia d’arte, che ha prodotto il quadro «fantasia di un mondo incantato e virtuale».

Gli organizzatori dell’evento, John David Morton, Daniele Togni e Flavio Togni, assicurano uno show memorabile. Le cifre di questo spettacolo parlano infatti chiaro: tre scuderie, tre piste di 13 metri di diametro l’una e circa 400 persone fra acrobati e staff. Da Bergamo il Circo si sposterà poi a Piacenza, Cremona, Reggio Emilia, Parigi e chiuderà a Firenze, dal 23 dicembre al 9 gennaio.

Informazioni utili

Prevendita dei biglietti al Box office della Libreria Giunti, in viale Papa Giovanni a Bergamo, oppure direttamente alla biglietteria del circo al piazzale della Celadina.

(27/10/2004)

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags