Martedì 28 Dicembre 2004

Nicole Renaud, pop francese e cabaret ad Alzano

Appuntamento inusuale, questa sera, con una cantante a cavallo tra elegante snobismo e provocazione surreale. Ad offrire il palco a Nicole Renaud, vocalist che si è guadagnata in casa l’appellativo di usignolo francese, sarà il «Vecchio tagliere», locale che da Alzano Lombardo, frazione Nese, da qualche tempo a questa parte si è avventurato nella programmazione concertistica. Indubbio merito della serata è quello di eludere le abitudini dei cartelloni fotocopia, scegliendo la via di una proposta che suscita curiosità e che peraltro ambisce ad un respiro internazionale.

La Renaud vanta alcune prestigiose collaborazioni a metà degli anni Novanta, tra gli altri con un sofisticato autore pop quale Ryuchi Sakamoto.

Inoltre si è fatta apprezzare sia per la qualità cristallina della sua voce, sia per il gusto scenografico con il quale allestisce le sue performance solitarie, accompagnandosi con la fisarmonica e indossando costumi che lei stessa disegna.

Atmosfere eteree e malinconiche caratterizzano le sue canzoni, di volta in volta ispirate alle poesie del barone Fersen, scrittore e intellettuale che visse a Capri tra Ottocento e Novecento, e basate su melodie barocche e medievali. Dopo aver studiato l’eclettica arte del cabaret a Parigi, Nicole Renaud si è trasferita a New York, dove è stata così recensita dal New York Times : «Renaud, con la sua eterea voce, presenta un cabaret moderno, ispirato a film futuristici quali Blade runner e Il quinto elemento ». Il suo più recente EP s’intitola Les amants solitaires. La cantante si è esibita recentemente dal vivo per il canale ARTE nella trasmissione «Die nacht/La nuit».

Informazioni utili

L’inizio dello spettacolo è fissato per le ore 21. www. alvecchiotagliere.it

(28/12/2004)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags