Per «Tierra!»   giovani e social network

Per «Tierra!»
giovani e social network

A «Tierra!» si parla di giovani e i social network. Venerdì 6 aprile a Caprino Bergamasco un incontro per riflettere con Emanuele Palagi, psicologo e psicoterapeuta sul rapporto tra giovani e nuove tecnologie. Spesso gli adolescenti si trovano ad affrontare momenti difficili e turbolenti. Come affrontare e capire i segnali di un certi comportamenti? Che influenze possono avere le nuove tecnologie e i social network? L’utilizzo di Internet da parte dei più giovani è già da molto tempo oggetto della preoccupazione di genitori ed educatori. Il timore di non riuscire sempre a controllare l’accesso alle numerose informazioni che popolano i siti web, oggi, si unisce alla diffidenza per le piattaforme virtuali, che incoraggiano una condivisione di contenuti priva di filtri.

Emanuele Palagi, psicologo e psicoterapeuta. Svolge attività clinica privata con adulti e bambini e si occupa di formazione nelle scuole e in azienda, di promozione della salute ed educazione al consumo consapevole. E’ stato per il Comune di Viareggio responsabile di progetti sul disagio giovanile. Scrive articoli divulgativi su varie riviste, è relatore in numerosi convegni. È consulente sessuologo e professore incaricato presso le migliori scuole di specializzazione in Psicoterpia per medici e psicologi.

«Tierra! Nuove rotte per un mondo più umano» è la rassegna culturale che, fino al 2 giugno in 34 comuni della provincia bergamnasca propone, gratuitamente, un cartellone di spettacoli, incontri, laboratori, serate musicali per parlare e riflettere su temi legati all’uomo e all’ambiente. Un’iniziativa promossa dei Sistemi Bibliotecari di Dalmine e Area Nord/Ovest - Ponte San Pietro, con il patrocinio della Provincia di Bergamo e il contributo di Fondazione Cariplo. Sono patrner di Tierra! 2018 le cooperative Alchimia, Biplano, Il Seme e Polar Tv. Appuntamento nella sala civica di Caprino, in via Roma 2, con ingresso libero.

Tutti gli appuntamenti di venerdì 6 aprile


© RIPRODUZIONE RISERVATA In collaborazione con Bergamo Avvenimenti