Torna «Il Collegio» ed è sempre orobico
Un tuffo nel 1982 tra Caprino e Le Cornelle

Torna «Il Collegio», il docu-reality di Rai 2 che proietta una classe di adolescenti d’oggi in un viaggio indietro nel tempo. La 4a edizione del programma partirà martedì 22 ottobre alle 21,20 su Rai2. Con una novità: l’ambientazione non sarà più quella Anni ’60 delle precedenti edizioni, ma il 1982. Sempre made in Bergamo.

Torna «Il Collegio» ed è sempre orobico     Un tuffo nel 1982 tra Caprino e Le Cornelle

La voce narrante di Giancarlo Magalli sarà sostituita da Simona Ventura, che riporterà, con i suoi ricordi ed emozioni, i telespettatori negli Anni ’80. Quello che non cambia è il Collegio San Carlo di Celana, frazione di Caprino Bergamasco, dove è girato il programma. Un’ambientazione bergamasca, così come quella di alcune gite fuoriporta dei collegiali, che quest’estate hanno girato con la troupe presso il Parco Faunistico Le Cornelle di Valbrembo.

Il Collegio San Carlo ha chiuso i battenti nel 2013, dopo oltre quattro secoli di storia. Ha una capienza di circa mille studenti, risale al sedicesimo secolo e nacque per volontà di San Carlo Borromeo. Era un collegio maschile e femminile, che funzionava anche come istituto scolastico per i semi-convittori e per gli studenti esterni. Lo storico collegio fu frequentato per un anno anche dal giovanissimo Angelo Giuseppe Roncalli, futuro Papa Giovanni XXIII.

Nel docu-reality di Rai2 sono 20 i nuovi collegiali protagonisti di questa edizione, provenienti da tutta Italia, per quello che è diventato un piccolo fenomeno di costume tra i giovanissimi e gli adolescenti. Scelti tra più di 22 mila ragazzi che si sono iscritti ai provini, il doppio rispetto allo scorso anno, hanno età fra i 14 e i 17 anni. Come negli scorsi anni, i ragazzi dovranno affrontare il distacco dalla famiglia e dalle abitudini di vita, rinunciando a social, internet, piercing, smartphone, jeans strappati, per indossare l’ordinata divisa da collegiali. Nel corpo docenti sono attesi nuovi insegnanti, accanto ai confermati professori di italiano, Andrea Maggi, David Wayne Callahan (inglese), Alessandro Carnevale (arte), Maria Rosa Petolicchio (matematica e scienze) e Luca Raina (storia e geografia). Rimangono dalle precedenti edizioni anche il preside Paolo Bosisio e i sorveglianti Lucia Gravante e Piero Maggiò.

© RIPRODUZIONE RISERVATA