«Un incontro che ti cambia la vita» Concorso letterario ricordando Giulia
Giulia Gabrieli

«Un incontro che ti cambia la vita»
Concorso letterario ricordando Giulia

«Un incontro che ti cambia la vita». È il filo conduttore delle due nuove iniziative lanciate dall’associazione conGiulia onlus: un musical in scena sabato 5 marzo a Colognola e un concorso letterario per tutti gli studenti delle scuole primarie e secondarie di I e II grado.

Il primo appuntamento è uno spettacolo teatrale, frutto della lunga e spontanea scia di elaborazioni artistiche e di progetti condivisi ispirati dal libro di Giulia Gabrieli, «Un Gancio in mezzo al cielo». Si tratta del musical «Miracoli. Quando un incontro ti cambia la vita», proposto a ingresso libero per sabato 5 marzo alle 20,45, presso il cineteatro dell’oratorio di Colognola, in via San Sisto 9 a Bergamo.

È pensando ai miracoli – incontri straordinari che gettano nuova luce sulla nostra vita – che i ragazzi di Preseglie (Brescia), con l’aiuto attento di alcuni adulti, hanno allestito il Musical dal titolo «Miracoli. Quando un incontro ti cambia la vita». Un mix di musiche, canti, balli e recitazione che lascia spazio anche ad un’importante riflessione su alcune problematiche del mondo giovanile, raccontate e viste con i loro occhi. Una prospettiva importante che può aiutare noi adulti/genitori a saper stare al loro fianco.l Per la sua realizzazione si sono ispirati all’esperienza di Giulia ed in particolare al suo libro «Un gancio in mezzo al cielo».

Il secondo appuntamento è con l’edizione 2016 del concorso letterario, dopo il successo del tutto inatteso di quello proposto agli studenti lo scorso anno (intitolato «Un gancio in mezzo al cielo/Storie di speranze»). Concorso che ha prodotto una tale quantità e qualità di elaborati da ispirare la mostra diffusa, ospitata nella suggestiva cornice dell’Hospital Street dell’ospedale Giovanni XXIII e chiusa il 7 febbraio, con un livello di attenzione e partecipazione del pubblico (di passaggio, oppure organizzato nelle visite guidate) altrettanto inaspettato.

Questo il titolo scelto quest’anno: «Racconti di scuola/Quando un incontro tra i banchi ti cambia la vita». L’idea del concorso è quella di raccontare, scegliendo tra testo letterario, performances teatrali/musicali, disegni o fumetti, esperienze significative vissute a scuola – in prima persona, indirettamente oppure immaginate – che hanno il potere di cambiarti la vita e di costruire nuove, sorprendenti relazioni che accorciano le distanze tra i banchi e le cattedre. La scuola è il luogo dove trascorriamo molto tempo della nostra infanzia e adolescenza. A volte, in modo del tutto inaspettato, capita di incontrare tra i banchi persone che ci fanno sorridere o soffrire, entrando per sempre nella nostra vita, magari proprio quel giorno in cui non volevamo nemmeno andarci, a scuola. Inizia allora un nuovo modo di percorrere la nostra strada, con chi ci è entrato nel cuore e coinvolge la nostra vita come non avremmo mai pensato o immaginato.

Può essere proprio un compagno che non avevamo mai notato in classe, o al contrario quello che non ci capisce o che non ci rispetta o l’insegnante che ci fa capire che dobbiamo essere protagonisti della nostra vita. Racconta la tua esperienza di un incontro a scuola (vissuto in prima persona, indirettamente oppure immaginato) che ti ha cambiato la vita e che ti ha fatto capire e vivere una nuova e giusta relazione tra te e chi ti vive accanto, tra i banchi e la cattedra: è in questi momenti che ci si mette veramente in gioco e magari ci si accorge che imparare e crescere è più facile se ci si mette il cuore. Le opere dovranno pervenire entro e non oltre l’8 aprile 2016.

Il concorso si rivolge a tutti gli studenti delle scuole primarie e secondarie di I e II grado che desiderano presentare un proprio contributo artistico-letterario in una delle seguenti categorie: 1. Testo letterario, 2. Performance teatrali / musicali, 3. Arti grafiche: disegno o fumetto. La partecipazione è gratuita.

L’Associazione conGiulia Onlus, costituita dai genitori e dagli amici di Giulia Gabrieli, è nata con l’obiettivo di realizzare i progetti che lei aveva nel cuore, rompendo il tabù della malattia nelle sue varie forme e favorendo la conoscenza della nuova frontiera della medicina narrativa. Per ulteriori informazioni: www.congiulia.com o scrivere all’indirizzo concorso.congiulia@gmail.com


© RIPRODUZIONE RISERVATA