Martedì 25 Novembre 2008

Unicef: un libro di fiabe per aiutare le scuole africane

L’Unicef, appoggiato dall’Università di Bergamo e dalla Provincia, presenta venerdì 5 dicembre nell’auditorium del Liceo Mascheroni il sesto libro di fiabe dell’iniziativa «Le Parole e il Pane». L’associazione mondiale intende così raccogliere fondi per sostenere le scuole dell’Africa e chiede aiuto ai bergamaschi. Due le novità di quest’anno: il coinvolgimento dell’Università e la scelta di fare una presentazione animata e vissuta. Alcune pagine delle fiabe raccontate nel libro saranno interpretate e messe in scena dai bambini delle elementari durante la presentazione. Sono dieci le fiabe che formano il percorso di questo nuovo itinerario, di valenza educativa e di solidarietà, provenienti da tutto il mondo: dall’America Latina, dall’Arabia, dalla Cina, dal Ghana, dalla Polonia, dalla Russia, dalla Serbia e dalla Spagna.La regista delle iniziative dell’Unicef è Ermanna Vezzoli, presidente Unicef comitato di Bergamo, che sottolinea lo scopo dell’iniziativa: «La fiaba è uno strumento che abbatte barriere e costruisce ponti lanciati verso la conoscenza degli altri. Abbiamo costruito scuole in Angola, nel Malawi, nel Mozambico, nel Ruanda, nel Sudafrica e nello Zimbawe: ora vogliamo dotarle di fornitura di acqua e di servizi igienici».(25/11/2008)

s.masper

© riproduzione riservata