Venerdì 01 Gennaio 2010

«Vintage games»:
c'è tutto sui giochi

Dai primi elementari giochi in bianco e nero agli scenari odierni intrisi di citazioni cinematografiche e realtà virtuale: la frenetica evoluzione dei videogames è racchiusa nel libro «Vintage games». Il volume, frutto del paziente lavoro di Bill Loguidice e Matt Barton, raccoglie storia e retroscena dei videogame più noti e innovativi. Si parla quindi dei pionieri Pac man e Space Invaders, dei rivoluzionari Doom e Sim City per arrivare ai successi più recenti come Grand theft auto e Final fantasy. A portare «Vintage games», finora inedito in Italia, all’attenzione di generazioni di videogiocatori è la neonata casa editrice milanese Raganella che vede al comando Stefano Gaburri e Claudio Todeschini di Alzano Lombardo. «Vintage games» è il libro che inaugura la loro avventura nel mondo dell’editoria.

«La scelta di questo titolo è stata quasi naturale per noi – afferma Todeschini – io e Stefano lavoriamo per riviste di informatica e ci occupiamo della traduzione di testi di pubblicazioni specialistiche. Abbiamo anche tradotto romanzi tratti da videogame come Halo e Metal gear solid. Vintage Games ci è sembrato un buon titolo su cui puntare e abbiamo contattato la casa inglese per acquisire i diritti».

La Edizioni Raganella ha cominciato come un piccolo girino, scoprendo le cose da fare passo dopo passo. «Questo primo libro è stata un avventura del fai da te – racconta Todeschini – ci siamo occupati di stampa, diritti, fisco, distribuzione. Abbiamo cercato di capire e carpire tramite contatti vari quali fossero le strade più utili per portare a compimento il nostro libro».

Per farsi conoscere la casa editrice ha partecipato a manifestazioni dedicate al fumetto e ai videogiochi raccogliendo interesse e prenotazioni del libro. E soprattutto la Raganella ha usato lo strumento del web: il blog di www.vintagegames.it è una sorta di diario di produzione del libro che documenta tutti i passaggi fino alla sospirata consegna delle copie.

«Per la presentazione di Vintage Games abbiamo organizzato delle serate dando la possibilità di giocare con vecchie consolle: iniziativa che ha riscosso l’interesse di appassionati e curiosi – racconta Todeschini – Per il futuro abbiamo altri progetti in cantiere, come la pubblicazione della biografia della cantante Janis Joplin. L’anno prossimo ricorre il 40° della sua morte e intendiamo proporre un libro scritto dalla sorella. La Raganella non intende proporre un unico genere, nella scelta dei titoli ci faremo guidare dai temi che più ci interessano».

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags