Mercoledì 04 Aprile 2012

Altro che programmi «gratis»
Ora il sito è stato sequestrato

Offriva la possibilità di scaricare gratuitamente software e programmi, salvo poi bersagliare i malcapitati clienti con raffiche di richieste di pagamento. Sono numerosi anche in Bergamasca (molti a Telgate) i clienti del sito www.italia-programi.net, ora sotto sequestro.

Tra le vittime del raggiro anche il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che si è visto recapitare una richiesta di pagamento a carico del Quirinale di 104 euro. Il gip di Milano, Cristina di Censo, su richiesta dei pm lombardi ha disposto il sequestro del sito.

Se sei anche tu fra le persone raggirate raccontaci cosa ti è successo: scrivi alla redazione

A Telgate, per esempio, è arrivata una pioggia di lettere dalle isole Seychelles: con toni per niente amichevoli reclama la società incriminata reclamava il pagamento di fatture per servizi internet mai richiesti.

Sono arrivate nei giorni scorsi per posta e per email a ignari cittadini, che sono balzati sulla sedia quando le hanno lette: «Gentile utente – è scritto nei messaggi – la ringraziamo per l'iscrizione effettuata dal sito www.italia-programmi.net e la preghiamo di eseguire il pagamento di 96 euro».

Firmato: Estesa Limited, una società che appunto ha sede nella Repubblica delle Seychelles. Il conto corrente invece è in un'altra località esotica: Cipro. Chi ha pensato a un errore o uno scherzo si è dovuto ricredere in fretta: la società continua infatti a inviare solleciti, con promessa di azioni legali in caso di ulteriori ritardi nel pagamento.

«Mi hanno scritto che a dicembre ho attivato un abbonamento ai loro servizi internet – spiega uno dei cittadini che ha ricevuto la lettera – ma sono certo di non aver richiesto nulla, non ero nemmeno in casa nel giorno indicato nella fattura. Dopo una lettera per posta cartacea, mi sono arrivate numerose email con solleciti sempre più pressanti, minacce di azioni legali a un fantomatico "Tribunale regionale giudiziario" e commissioni di sollecito da 8 euro e 50».

Il sito internet www.italia-programmi.net è un archivio online da cui si possono prelevare programmi informatici dopo essersi registrati con i propri dati personali. Gran parte dei programmi disponibili sul sito hanno la dicitura «freeware», che indica la distribuzione gratuita, ma nella pagina di iscrizione al sito compare la scritta «Crea il tuo account a soli 8 euro al mese». Nella stessa pagina l'utente è invitato anche a leggere e sottoscrivere le condizioni generali di vendita, indicano i prezzi e la durata dell'abbonamento: appunto 8 euro al mese, per 24 mesi.

Le indicazioni dei servizi a pagamento non sono riportate in grande evidenza e qualcuno potrebbe non vederle, ma ci sono e nei nostri test sono sempre state presenti. Secondo la Squadra reati informatici della procura di Milano, invece, esisterebbero due differenti versioni del sito: in particolare, di giorno comparirebbe la scritta «Crea il tuo account a soli 8 euro al mese», di notte solo la frase «Crea il tuo account».

A Telgate comunque sono sicuri di non aver mai sottoscritto nulla, né di giorno né di notte: «Non abbiamo mai scaricato nessun programma, né inserito i nostri dati, eppure continuano ad arrivare solleciti».

Un mese fa l'Antitrust aveva sanzionato per 1,5 milioni la società per pratiche commerciali scorrette, mentre diverse procure hanno aperto fascicoli d'indagine.

Che fare nel frattempo se si riceve una lettera come quelle arrivate a Telgate? Il Nucleo speciale frodi telematiche della Guardia di Finanza (Gat) invita a ignorare i solleciti, segnalando i casi alla procura di Roma. Ma chi c'è dietro a «Italia-programmi.net»? Secondo i finanzieri un intreccio di società e un sessantacinquenne ungherese che sarebbe il «regista» di tutto.

r.clemente

© riproduzione riservata