Domenica 10 Febbraio 2013

Nuoto, c'è una App
Arriva da Brembilla

Sono lanciatissimi e altrettanto determinati, tanto da non passare inosservati nemmeno a «Pineapple», brand molto conosciuto per chi è pratico del web. Ed è proprio per conto di «Pineapple» che i due ragazzi di Brembilla, Andrea Busi e Matteo Salvi entrambi 24enni, hanno ora realizzato un'App utile per chi pratica sport, sia come passione che come professione: iSwim Pro.

«Avevamo quasi gettato la spugna – racconta Matteo Salvi – e probabilmente avremmo anche smesso di pubblicizzarci quando siamo stati contattati da due ragazzi di Domodossola, Massimo Garzullino e Danilo Spanò. Anche loro giovanissimi e pieni di iniziative, si sono lanciati in percorsi imprenditoriali qualche anno fa creando la società Dmt. Quindi hanno fondato "Pineapple". Il loro lavoro consiste nell'individuare e coinvolgere gente capace nello sviluppo di applicazioni e di promuoverne il lavoro, conoscendo bene i processi del marketing».

I due ragazzi hanno cominciato a farsi conoscere con lo sviluppo di applicazioni per locali, che permettevano agli esercizi pubblici di farsi conoscere e di diffondere eventi e programmazione. «Ci siamo proposti a qualche bar e pub – spiegano –, ma abbiamo capito che la maggior parte dei gestori non riesce a comprendere le potenzialità di questo strumento, tanto che alcuni non hanno nemmeno pubblicizzato l'App, nemmeno sul sito web. Altri gestori che avevamo contattato, invece, ci hanno chiesto un portfolio di App ma, essendo all'inizio, il nostro bagaglio professionale era abbastanza povero. E poi è arrivata la chiamata inaspettata, che ha dato una svolta alla nostra attività».

Tutto su L'Eco di Bergamo del 10 febbraio

r.clemente

© riproduzione riservata