Il computer del futuro
si accenderà con la voce

Il personal computer di un futuro non troppo lontano si «accenderà» con un comando vocale, sfruttando un assistente «virtuale» sempre in ascolto come Cortana di Windows 10, il sistema operativo da poco lanciato da Microsoft.

Il computer del futuro si accenderà con la voce

Il colosso informatico Intel ha appena svelato la sesta generazione di processori che resterà sempre «in ascolto» per eventuali comandi impartiti con la voce al computer.

La novità è stata mostrata in un forum per sviluppatori a San Francisco, come riporta il blog Gizmodo, e riguarda i nuovi processori Intel Skylake. Tecnicamente questa peculiarità era già compresa nei chip Core M dello scorso anno ma sistemi in grado di sfruttarla su pc - come Cortana e Windows 10 - non erano ancora stati lanciati. La funzione era già inclusa anche nello smartphone Moto X di Motorola, grazie all’assistente «virtuale» e vocale Google Now, ma sui pc non era ancora approdata.

Grazie all’integrazione di Cortana in Windows 10 e all’introduzione di Windows Hello - che permette di autenticarsi sul proprio computer con riconoscimento facciale o delle impronte - i computer equipaggiati con i chip di nuova generazione Intel potranno essere sbloccati con la voce e in sicurezza, con un tocco delle dita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA