Bagnatica, 15enne sventa furto in casa Nascosto sotto il letto chiama il 112

Bagnatica, 15enne sventa furto in casa
Nascosto sotto il letto chiama il 112

Non si è messo a urlare, non ha fatto rumore ma si è nascosto sotto il letto con il cellulare e ha chiamato il 112. Così un quindicenne di Bagnatica ha sventato un furto nella sua abitazione di via Redentore mettendo in fuga una banda di ladri.

È successo venerdì in pieno giorno, alle 17, mentre il ragazzo era in casa da solo. Giovanni non si è fatto prendere dal panico: i ladri erano convinti che in casa non ci fosse nessuno e lui ne ha approfittato. Ha preso il telefonino e si è chiuso a chiave nella camera da letto dei suoi genitori. «Ho chiamato mia madre, mio padre e il 112». Nascosto sotto il letto, il quindicenne ha vissuto attimi di vero terrore. I ladri sono entrati nella sua stanza e hanno rubato le poche cose che hanno trovato, 25 euro e quattro videogiochi. Poi hanno cercato di entrare nella camera da letto dei genitori ma l’hanno trovata chiusa a chiave. «Mi sembrava di essere in un film dell’orrore – prosegue Giovanni – . Li sentivo forzare la porta con il piede di porco, poi li ho visti entrare. Erano vestiti di nero, con i guanti, la barba incolta, carnagione chiara, sui 40 anni. Parlavano con accento dell’est europeo. Uno aveva una piccola lucina, come quelle che si trovano sulle penne di ultima generazione. L’ha puntata in giro per la stanza, poi sotto il letto e mi ha visto con il telefono in mano. Temevo che mi avrebbe colpito col piede di porco, ho avuto paura di finire male. Invece, capendo che avevo già chiamato qualcuno, si sono parlati e sono scappati».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 25 marzo 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA