Dalla Bassa fino a S.Simone - Foto/video Buche, rattoppi e crateri in Bergamasca

Dalla Bassa fino a S.Simone - Foto/video
Buche, rattoppi e crateri in Bergamasca

Fate attenzione alle buche sul manto stradale: le segnalazioni dei nostri lettori sono tantissime. E le immagini impressionanti.

I lettori ne hanno segnalate parecchie. Tra queste, uscendo dall’autostrada A4, al casello di Dalmine e prima della rotatoria. c’è una vera a e propria voragine. Ma non solo: «Vorrei dare voce, a Carobbio degli Angeli, di buche da far paura che squarciano le gomme e mettono in pericolo la vita delle persone: buche spaventose piene di acqua - scrive un lettore -. Il peggio si trova davanti al distributore Q8 di Carobbio degli Angeli».

«Le buche sono in tutte le strade che percorro tutti giorni: lunedì mattina pieno caos all’ingresso dell’autostrada di Grumello del Monte, con buche a Telgate, Grumello del Monte, sulla provinciale 83 di Castelli Calepio e sulla provinciale a Calcinate - segnala un lettore -. Mettersi alla guida oggi è come giocare in un video gioco!»

Buche a Dalmine

Buche a Dalmine

Ancora in Val Seriana dopo le segnalazioni del weekend: «Impressionante la voragine ad Albino, all’altezza della Fassi Gru che causa rallentamenti dopo aver provocato problemi a moltissime auto nella giornata di domenica». Già domenica, infatti, sis egnalava una voragine aperta sulla provinciale 671 duecento metri prima dell’uscita di Albino in direzione Clusone. Sono circa 20 le auto che sono state danneggiate.

Altra voragine sulla strada provinciale che va da Trescore Balneario a Entratico, dopo il semaforo di Zandobbio in direzione Entratico: «Domenica insieme a me altre due macchine hanno forato e rotto i cerchioni in 20 minuti» scrive un lettore a L’Eco di Bergamo. E anche un altro lettore sottolinea: «A Trescore Balneario ce n’è una molto grossa tra il semaforo dei carabinieri e la rotonda Fornaci».

A Clusone buche in quantità e cerchioni rotti, impressionante il video che ci è stato inviato da San Simone: la strada è una pericolosa groviera.

«Sulla strada da Gorlago a Calcinate ci sono dei crateri non buche - commenta un altro lettore -. Faccio notare che la scorsa settimana alcune erano state riempite con asflato, ma dopo la pioggia sono ricomparse peggio di prima. Vicino alle buche c’è pure ghiaia e asfalto che sono pericolosissimi per bici e moto».

E ancora: «Vorrei segnalare la criticità del manto stradale per la presenza di numerose buche sulla ex statale 470 da Petosino zona ex Gres direzione Bergamo. In località Ponti di Sedrina in entrambi i sensi di marcia, alla circonvallazione Fabbriciano, direzione rondò delle Valli».

Nella Bassa Bergamasca

Nella Bassa Bergamasca

Nella Bassa Bergamasca

Nella Bassa Bergamasca

Nella Bassa Bergamasca

Nella Bassa Bergamasca

Situazione problematica anche nella Bassa Bergamasca: buche da 10 centimetri a Treviglio, sulla Francesca, ma anche a Verdello e Levate; sulla strada statale 42 e sulla provinciale 121. Carreggiata gruviera a Pognano, Caravaggio e Brignano.

In città si segnalano buche in via Autostrada, fuori dal casello e nei pressi del rondò, oltre a indicazioni di strada sconnessa in via Borgo Palazzo. Buche profonde anche sulla tangenziale «nel tratto in prossimità tra l’uscita Auchan e lo svincolo dell’uscita per la strada Dalmine -Villa d’Almé». Numerose buche anche nel tratto di via Borgo Palazzo verso Seriate dopo l’incrocio con via Daste e Spalenga.

Da segnalare la storia di un lettore: «Buca rilevata sulla provinciale 42 tra Levate e Stezzano alle 22.30 di domenica 4 marzo - ci scrive -. Danni (le foto sono qui sopra): cerchio deformato (fortunatamente riparato con 80€) e pneumatico da buttare (altri 100 €).Dal giorno successivo le buche erano miracolosamente riparate. Il tratto interessato è ai margini di una parte di strada che prosegue fino alla rotonda della superstrada che è stato rifatto pochi mesi fa. Non era più logico asfaltare anche questo tratto?».

Continuate a segnalare le vostre buche a L’Eco di Bergamo inviando una mail a redazioneweb@eco.bg.it e via Fb.

© RIPRODUZIONE RISERVATA