Lampadina non va, aereo a terra Niente Tenerife per 70 passeggeri

Lampadina non va, aereo a terra
Niente Tenerife per 70 passeggeri

«Cancellato». La scritta che si è accesa mercoledì mattina sul display luminoso all’aeroporto di Orio al Serio sancisce la fine, arrivata ancor prima dell’inizio, della vacanza a Tenerife per metà dei 140 passeggeri del volo che hanno deciso di tornare a casa. Per gli altri partenza da Malpensa.

Niente vacanza per circa metà dei 140 passeggeri del volo Orio-Tenerife cancellato, per gli altri è stato necessario un trasferimento a Malpensa e un cambio di compagnia. Si immaginavano già con i piedi a mollo su qualche spiaggia dorata, invece hanno dovuto aspettare due giorni prima del «no» definitivo: questa vacanza non s’ha da fare. Il volo della Cobrex Trans sarebbe dovuto partire lunedì alle 17.55, l’ultimo tentativo di partenza era stato fissato mercoledì mattina alle 10, ma la scritta «Cancellato» ha cancellato anche le legittime aspettative dei clienti. Per gli altri, che hanno resistito fino all’ultimo, è stata riprogrammata la partenza da Malpensa alle 11 con Blu Panorama.

Come mai è rimasto a terra così a lungo? Ai passeggeri, dopo il check in, è stato detto che ci sarebbe stata un’ora di ritardo a causa di una lampadina rotta. Con il passare delle ore non è stata data nessun’altra spiegazione. Il responsabile commerciale di Tui precisa: «Abbiamo fornito ai passeggeri tutta l’assistenza necessaria, pasti e alberghi, purtroppo per montare la lampadina per il volo notturno serve un tecnico della compagnia area che arriverà stasera (ieri per chi legge, ndr)».

Mercoledì mattina sarà fatto un check «e potremo partire se Enac darà l’ok. Comprendiamo i disagi dei passeggeri, ma la sicurezza viene prima di tutto. Garantiremo comunque il rimborso per le notti perse o per l’intera vacanza a chi ha deciso di annullare il viaggio». Già nella serata di martedì circa metà dei 140 passeggeri, vista la non certezza della partenza, ha deciso di tornare a casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA