Voli intercontinentali da Orio? Italian Airways fa rullare i motori

Voli intercontinentali da Orio?
Italian Airways fa rullare i motori

Obiettivo: due B787 di base nello scalo bergamasco e (forse...) anche un’intesa con Ryanair.

Si chiama «Italian Airways», e se in prima battuta sembrava essere una boutade o poco più, con il passare dei mesi la cosa sembra aver trovato le gambe per camminare. Anzi, per volare. Si tratta di una compagnia aerea dall’azionariato ancora non molto definito ma made in Italy che intenderebbe fare base ad Orio con due B787 dal prossimo anno e debuttare sul mercato dei volo intercontinentali. Dallo scalo bergamasco bocche cucite, solo qualche mezza ammissione sul fatto che qualche contatto ci sarebbe. Ma intanto la notizia è decollata, ed è stata ripresa da uno dei blog più letti del settore, aeroportilombardi.it.

Dalle indiscrezioni parrebbe che la nuova compagnia intenda lavorare ad un accordo di feederaggio con Ryanair che ad Orio rappresenta l’80% del mercato ed ha il suo hub continentale. In sostanza gli irlandesi volanti porterebbero qui quel traffico destinato poi a volare su destinazioni extracontinentali. In realtà Ryanair si era detta disponibile anche a fare un analogo servizio con Alitalia, e non solo, considerato che il progetto di raggiungere in forma autonoma con propri voli gli Usa sembra ben al di là dal venire. Vuoi per la difficoltà nel reperire gli aerei necessari (le forniture Boeing e Airbus sono già prenotate per gli anni a venire dalle compagnie del Golfo), vuoi per l’oggettiva difficoltà di adattare gli standard della compagnia ai necessari servizi.

Chiaro che nella partita sarà decisivo anche l’esito della trattativa tra Sacbo e la milanese Sea per la realizzazione di un unico soggetto: considerato che Malpensa qualche intercontinentale ce l’ha, la presenza di concorrenza a pochi chilometri potrebbe non essere vista granché bene. Un ulteriore elemento d’incertezza in un quadro tutto da definire, ma dove forse qualcuno comincia a far rullare i motori in pista.


© RIPRODUZIONE RISERVATA