Carabiniere travolto e ucciso a Terno Il ministro: «Un eroe nel suo quotidiano»
Il funerale celebrato a Sulmona, città d’origine del carabiniere Emanuele Anzini

Carabiniere travolto e ucciso a Terno
Il ministro: «Un eroe nel suo quotidiano»

Il ricordo dell’appuntato scelto Emanuele Anzini da parte del ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, al giuramento degli allievi marescialli a Firenze.

«Era un eroe nel suo quotidiano servizio, nella sua fierezza, nel suo dovere. Siamo tutti vicini ai suoi familiari e alla sua giovane figlia». Così il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, ha ricordato l’appuntato scelto dei carabinieri Emanuele Anzini, travolto e ucciso il 16 giugno», durante un controllo stradale a Terno d’Isola.

Un pensiero rivolto dal ministro a Firenze, durante la cerimonia per il giuramento di 558 allievi marescialli, che si è svolta sabato 22 giugno in mattinata nella caserma Felice Maritano, sede della Scuola marescialli e brigadieri dei carabinieri del capoluogo toscano.

«Un pensiero commosso ai tanti carabinieri che hanno pagato con la vita il loro impegno verso la collettività e le istituzioni. Stesso pensiero va anche ai feriti», ha aggiunto Trenta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA