Giovedì 15 Aprile 2010

Scoperta la dieta
«anti Alzheimer»

Una dieta ricca in alimenti a base di pesce, pollo, frutta, verdura, mandorle e noci può diminuire quasi della metà i rischi di sviluppare il morbo di Alzheimer in età avanzata.

Uno studio americano che ha seguito per 4 anni la salute di 2.148 persone dai 65 anni in sù, ha evidenziato come i volontari che mangiavano principalmente grassi vegetali a base di olio di oliva molto pesce, pollame e appunto verdure e frutte «avevano un rischio complessivo di sviluppare il morbo inferiore del 40% rispetto a chi mangiava più cibi grassi e carni rosse».

Nel periodo considerato dallo studio, 253 persone hanno manifestato l'Alzheimer. Pubblicata sulla rivista «Archives of Neurology», la ricerca è stata condotta alla Columbia university di New York e rivela fra l'altro che alimenti ricchi di acidi grassi omega-3 e acido folico proteggono direttamente il cervello.

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags