Giovedì 13 Giugno 2013

Reumatici al sole
non più di 20 minuti

Dovranno stare attenti a non esporsi al sole per più di 20 minuti al giorno i malati reumatici che in estate si recheranno al mare in vacanza. È uno dei consigli stilati dell' Associazione Nazionale Malati Reumatici (Anmar) in occasione del congresso europeo Eular in corso a Madrid. 

Le malattie reumatiche sono più di cento e in Italia ne soffrono oltre 5
milioni di persone. Le forme croniche più diffuse sono artrosi, artrite reumatoide e spondiloartropatie.

Per queste persone, "il calore dei raggi solari – precisa Gabriella Voltan, Presidente Anmar - può riacutizzare i sintomi infiammatori. Non solo: i farmaci antireumatici possono rendere la pelle più sensibile al rischio di scottature; è quindi preferibile l' utilizzo di creme solari ad alta protezione. Sono invece consigliate lunghe nuotate perchè in acqua, in assenza di carico, non si avverte dolore alle articolazioni".

Ecco alcune utili regole: prima di partire, condividere col proprio medico i comportamenti da adottare durante la vacanza e richiedere indicazioni sulla possibilità che il dolore si ripresenti durante il soggiorno, oltre al suo parere sulla prescrizione di un antibiotico in caso si contragga un'infezione. È poi consigliabile portare con sè buste di ghiaccio istantaneo per fare impacchi se il dolore si riacutizza.

Nel caso di viaggi aerei di lunga durata, se si trasportano farmaci da conservare al di sotto di una determinata temperatura, è consigliabile informarsi in anticipo se è permesso utilizzare il frigo dell'aereo. Le siringhe preriempite devono essere sempre inserite in un secondo sacchetto di plastica trasparente da mostrare all'imbarco insieme alla ricetta o un certificato medico sull'autenticità del liquido/farmaco. Certificato o ricetta (meglio se tradotti in inglese/francese) devono essere nominali e riportare i dati del paziente. Devono inoltre attestare la malattia, la necessità di portare sempre con sè farmaci in quantità sufficiente per l'intera durata del viaggio.

È consigliabile portare con sè i dispositivi di assistenza (come quello per abbottonare la camicia o per prendere in mano le posate) per facilitare i gesti quotidiani anche in vacanza, dopo aver verificato che non sussistano problemi ai controlli.

Se si hanno protesi, meglio avere con sè una lettera del medico.
In ogni caso tutte le indicazioni utili sono disponibili al numero verde gratuito dell'Ente nazionale per l'aviazione civile (Enac) 800- 898 121 (attivo lun-ven 8-20). (ANSA)

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags