Sabato 21 Giugno 2008

Contro il tumore della pelleun aiuto dalle cellule clonate


La clonazione delle cellule del sistema immunitario potrebbe aprire un varco nella battaglia contro il cancro alla pelle. La notizia arriva dal New England Journal of Medicine che ha pubblicato i risultati di una sperimentazione condotta da un gruppo di ricercatori di Seattle che hanno sconfitto un melanoma della pelle in una donna di 52 anni.

Si tratta del primo caso di successo riportato contro un melanoma, uno dei tipi di cancro più pericolosi che colpisce l’epidermide, attraverso la cosiddetta immunoterapia, ovvero l’utilizzo delle stesse cellule immunitarie del paziente malato, in questo caso modificate attraverso clonazione in laboratorio.

Il caso della donna americana, curata in appena due mesi di terapia e senza ricorso ad altri trattamenti, dovrà comunque essere seguito da test successivi che ne confermino l’efficacia.

La cellula che potrebbe in futuro dare una speranza di cura contro il cancro della pelle si chiama Cd4 ed è stata prelevata dai globuli bianchi della donna la cui malattia era giunta al quarto stadio di avanzamento, espandendosi ad un nodulo linfatico. Le cellule del sistema immunitario della donna sono state modificate nei laboratori del Fred Hutchinson Cancer Reseach Center di Seattle per poi essere moltiplicate e iniettate nuovamente nella paziente dove la malattia non si è ripresentata nei due anni successivi alla cura.

«Siamo sorpresi degli effetti antitumorali della cellula Cd4 e della loro durata», ha commentato Cassian Yee, a capo dell’equipe di ricerca, «con questo paziente abbiamo avuto successo ma confermare i risultati attraverso una ricerca più ampia». Il ricorso all’immunoterapia ridurrebbe inoltre gli effetti tossici delle tradizionali cure contro il cancro come radio e chemioterapie.

Nel campo dell’immunoterapia molti progressi sono stati condotti negli ultimi due anni negli Stati Uniti dove i primi risultati sono stati ottenuti dai ricercatori dello US National Cancer Institute dove fino ad oggi sono stati trattati 93 pazienti con un un tasso di successo del 72%. Ad oggi nel mondo sono 48 mila circa le persone che muoiono ogni anno di cancro alla pelle, stando ai dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, mentre circa 160 mila sono i casi diagnosticati annualmente.

(22/06/2008)

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags