Lunedì 14 Luglio 2008

Per glutei e decolté in formail bisturi non serve più

Mettere in forma seno e glutei tra un tuffo e l’happy hour adesso è possibile. Vera novità di questa estate, il Macrolane Vrf (Volume restoration factor) è stato presentato nel primo corso organizzato dalla società produttrice, la svedese Q-Med, in Sardegna.

Il chirurgo plastico bolognese Alessandro Gennai è stato il tutor delle lezioni teoriche e pratiche tenutesi nel Centro laser terapia di Fabrizio Polo a Cagliari. Davanti ad una quindicina di esperti sono stati illustrati i vantaggi del primo “filler” per il corpo: facilità di applicazione, velocità di intervento e risultato certo.

Macrolane è stato infatti introdotto in Italia solamente alla fine dello scorso anno dopo una serie di sperimentazioni e ricerche che ne hanno confermato le diverse applicazioni. I risultati finora ottenuti sono estremamente positivi: innanzitutto «si tratta di un prodotto sicuro e senza controindicazioni particolari» assicura il chirurgo plastico bolognese Alessandro Gennai.

In secondo luogo è a base di acido ialuronico, sostanza che viene impiegata già da tempo sul volto. Il Macrolane Vrf si presenta però «più compatto e coeso e con capacità maggiori di sollevamento, sostegno e ripristino volumi», precisa Gennai. Queste caratteristiche lo rendono ideale per aumentare seni piccoli o per riempire decolletè svuotati dalla gravidanza, ma anche per sollevare i glutei in fondoschiena piatti, aumentare polpacci, correggere irregolarità post-liposuzione, cicatrici infossate e addirittura scolpire i pettorali maschili.

«Ho avuto modo di utilizzare su diversi pazienti con ottimi risultati -afferma il chirurgo bolognese-. La mia esperienza è decisamente positiva: in particolare si è dimostrato eccellente nel ritocco di seni, polpacci e glutei». E finora le richieste si sono mosse in questi ambiti. Conferma infatti Gennai: «Le richieste maggiori hanno interessato il seno: del resto aumentare di una taglia la scollatura senza ricorrere al bisturi è da sempre il sogno di molte donne. Ho riscontrato grande interesse anche per i glutei: in molti, sia donne sia uomini, lamentano un fondoschiena “piatto”. Se però fino a oggi l’unico rimedio per sollevare i glutei erano le protesi, che però richiedono un intervento chirurgico, un postoperatorio abbastanza disagevole e possono causare non pochi problemi, Macrolane non ha praticamente controindicazioni ed è eseguibile ambulatorialmente con delle iniezioni».

Il trattamento è semplice e dura circa mezz’ora: il gel viene iniettato attraverso una minuscola cannula direttamente dove serve. È un prodotto riassorbibile e quindi altamente biocompatibile; non lascia cicatrici ed è sufficiente un’anestesia locale. Il trattamento può essere ripetuto, sia per ottenere maggiore pienezza e rotondità, sia per mantenere i risultati. Il “filler” per il corpo ha infatti una durata limitata nel tempo: dai 12 ai 18 mesi, poi il gel viene assorbito dal corpo ed è necessaria una nuova iniezione.

(14/07/2008)

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags