Sponsorizzato

Le Due Torri C’é per il Sociale

Il centro commerciale di Stezzano sposa l’operato delle realtà solidali sul territorio. Oggi viene premiata l’Associazione Disabili Bergamaschi

Le Due Torri C’é per il Sociale

Prosegue con grande partecipazione l’iniziativa partita dal centro commerciale Le Due Torri di Stezzano. Il progetto «Le Due Torri C’é per il Sociale», che punta a mettere in mostra le realtà virtuose presenti nella Bergamasca.

«Oggi andiamo a visitare l’Associazione Disabili Bergamaschi, alla quale consegniamo la nostra gift box – commenta Roberto Speri, direttore del centro commerciale Le Due Torri di Stezzano -. Abbiamo avuto modo di conoscere i protagonisti di questa splendida realtà, dove si scopre una grande forza che merita di essere seguita ed evidenziata».

«Siamo ben radicati sul territorio – spiega Claudio Tombolini, presidente dell’Associazione Disabili Bergamaschi -. Siamo nati nel 1988 per volontà di alcune persone paraplegiche e tetraplegiche con lo scopo di creare anche a Bergamo l’unità spinale per occuparsi di lesioni midollari. Oggi siamo in grado di erogare servizi e non facciamo mai mancare il nostro supporto al centro di riabilitazione di Mozzo. In pratica facciamo parte dell’equipe riabilitativa e ci occupiamo anche della parte sociale con domande di invalidità civile, richieste di patente speciale e tutto ciò di cui necessita un individuo per agevolarne l’inclusione e il reinserimento sociale».

L’Associazione Disabili Bergamaschi è attiva, con 150 volontari e 70 soci, per alleggerire la parte burocratica anche alle famiglie, in modo da permettere di ricominciare ad affrontare la quotidianità della vita.

«Non è certo facile e lo dico io che ho 60 anni e mi trovo sulla sedia a rotelle da quando ne avevo sei – prosegue Claudio Tombolini -. Occorre fare le cose con razionalità e intelligenza. Tramite la sport terapia e gli interventi con le psicologhe in servizio con le borse di studio supportiamo il centro di riabilitazione di Mozzo grazie a raccolta fondi con cui acquistiamo anche materiale per la struttura sanitaria».

L’ADB ha portato avanti numerosi progetti «tra i quali il percorso di addestramento all’utilizzo della carrozzina, inaugurato prima della pandemia – fa presente Tombolini -. E’ indispensabile per affrontare tutti gli ostacoli e le barriere architettoniche che si trovano nelle città, grazie a diversi moduli dove sperimentiamo le asperità del terreno che si possono incontrare. Vivere bene in carrozzina permette infatti una qualità di vita migliore».

Il supporto dei volontari prosegue senza sosta «perché è importante confrontarsi con chi ha subito la stessa cosa – conclude il presidente dell’ADB, Claudio Tombolini -. Purtroppo durante la pandemia non abbiamo potuto stare vicini alle persone ricoverate, ma noi non ci fermiamo. Abbiamo

appena concluso un progetto che ha previsto l’allestimento di una vettura multiadattata e stiamo valutando il progetto per una palestra di continuità, inclusiva e aperta a tutti». Il progetto «Le Due Torri C’è per il Sociale» è stato realizzato con la direzione del centro commerciale e con il contributo di Esselunga, Arcadia, AppetiTorri, MediaWorld e H&M.

BergamoTv e L’Eco di Bergamo seguiranno il progetto, intervistando i protagonisti che operano per le associazioni della Bergamasca. Ogni martedì sera alle 20, in replica il sabato successivo alle 19,15, sul canale 15 di BergamoTv verrà trasmesso uno speciale condotto dalla presentatrice Micaela Carrara, mentre ogni giovedì sul nuovo sito de L’Eco di Bergamo verrà dato spazio alle associazioni che operano sul territorio nell’interesse della collettività.

www.leduetorri.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA