Martedì 17 Aprile 2012

L'«arca» di Vuitton
in mostra a Milano

Una mostra decisamente originale quella di Louis Vuitton a Milano, che presenta Maroquinaris Zoologicae, il «bestiario immaginario» creato per la maison da Billie Achilleos. Gli originali animaletti sono esposti nel negozio di via Montenapoleone, fino al 30 aprile. Una pacifica invasione dell'immaginaria «arca» di Louis Vuitton. 

Decine di fantastici animali, creati con accessori di piccola pelletteria dall'artista inglese: il castoro, l'armadillo, il camaleonte, la cavalletta, lo scoiattolo, il gatto, il gufo, la rana, il serpente, il granchio, l'anatra, il gallo e molti altri ancora, per rendere omaggio alla tradizione artigianale della maison francese. «Sono il genere di persona che vede quadri nelle nuvole del cielo o nelle bolle di sapone nella vasca da bagno - spiega Billie Achilleos -. Spesso penso di vedere dei volti nei fiori della tappezzeria. Quando ho iniziato a lavorare su questo progetto, sono entrata in un negozio Louis Vuitton cercando animali nelle borse. Come se fossero già lì e fosse solo questione di aprire gli occhi per rendersi conto che un portachiavi in Damier Graphite era, in effetti, la zampa di un castoro. O che un altro accessorio in tela Monogram era la zampa di una cavalletta. Non c'è nessun disegno prestabilito: un momento c'è una pila di borse o di piccoli oggetti di pelletteria davanti a me, qualche ora più tardi c'è una rana».

Non è la prima volta che Billie Achilleos collabora con Louis Vuitton: nel 2010 aveva immaginato una ventina di animali, tutti realizzati con accessori di piccola pelletteria, racchiusi in barattoli di vetro ed esposti nelle vetrine londinesi della Maison di New Bond Street. Un gufo, un coniglio, un gallo, un pitone, le sue creature fantastiche sono state presentate da Louis Vuitton a New York sulla 5th Avenue.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags