Giovedì 17 Gennaio 2013

Stefano Cavalleri
sfila a Firenze

Parte in grande Stefano Cavalleri. Dopo la presentazione ufficiale lo scorso novembre delle sue due nuovissime linee – Quis Quis e From the World – le collezioni saranno lanciate ufficialmente a Pitti Bimbo con tanto di sfilata. Il 17 alle 17 come aveva anticipato, in barba ai superstiziosi.

Il suo sarà un vero e proprio ritorno al grande amore, la moda per l'infanzia, con quel sofisticato e poetico modo di concepire il bambino, quasi sognante tra fiaba e magia. Stretto riserbo sullo show, che vedrà in passerella 120 bambini che racconteranno atmosfere diverse passando dal mondo del Circo Barnum a quello rigoroso ed elegante raccontato nei toni del grigio e del blu fino a un momento più esclusivo con un gruppo di bambine vestite in abiti lussureggianti, tra tessuti i ricoperti di ricami, maglie delicate, colli di strass e paillettes, scarpette come gioielli. Interpreteranno le due linee tra atmosfere fiabesche, colori accesi, righe e ricami, mentre Stefano Cavalleri punta anche sulla strategia e sulla diffusione dei due brand a livello internazionale.

Da una parte la penetrazione in Italia, con la presenza nei negozi di prestigio di città come Milano, Roma, Napoli e Palermo, dall'altro l'inserimento dei suoi abiti da Harrods a Londra e da Harvey Nichols di Londra e Dubai. Già definito il contatto a Mosca con due corner in due departmente store, il primo monomarca sarà invece aperto a Baku nel settembre 2013, proprio in concomitanza con il lancio della collezione che vedremo a Pitti in questi giorni e che è all'insegna della creatività: «Quis Quis concilia comfort e innovazione, senso del bello, ma anche un quotidiano a misura di bambino: è la mia personale interpretazione di oggi del mondo di domani - spiega Cavalleri -. From the World è invece un manifesto di viaggio, una meelting-pot di abilità artigiane, tra i ricami di Jaipur, le sete di Shangai, il cachemire della Mongolia, l'alpaca jacquard di Lima, il sangallo di Barbara di Gallarate e le filigrane di Valenza».

Fatturato? Per il momento solo una previsione, con una distribuzione dei brand - creati in partnership con Mafrat per l'abbigliamento e Andrea Montelpare per le calzature - su 150 clienti nel mondo per la stagione autunno/inverno 2013-2014 e un fatturato intorno ai 6 milioni di euro. Ma ora gli occhi sono puntati sulla passerella di giovedì. Con una chicca in chiusura: ultima scenografia sarà lo sfondo del mare con 40 bambine che racconteranno From the World in abiti sui toni del rosa, celeste e giada. Mano per la mano a piccoli Corto Maltese dai caban blu e i piumini da nostromo. E la favola continua.

Fabiana Tinaglia

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags