Lunedì 31 Agosto 2009

Garage sale a Milano
Vuoi dare una mano?

Abiti firmati e vintage, accessori, libri, casalinghi, giocattoli, articoli sportivi, tecnologia d’epoca, cd, dvd, cassette audio e video, film in pellicola. Un incontro conviviale per restituire nuova vita alle cose che hanno una storia alle spalle ma non sono da buttare e per ragionare insieme su temi quali il baratto, lo scambio, il riciclo, la nostalgia, il desiderio, l’attaccamento, il consumo, l’accumulo, la sostenibilità e quant’altro.
Ad allestire uno spazio di vendita all'interno del garage sale in programma il 19 e 20 settembre a Milano, negli spazi dell'Assab One, in zona Crescenzago, nei pressi di viale Palmanova (per info www.assab-one.org), c'è anche Carlo Steiner, milanese ma bergamasco di adozione, che ora cerca materiale per creare il suo «angolo delle occasioni». «Sono alla ricerca di tutto quanto sia riciclabile - spiega Steiner -. Dagli abiti agli accessori moda, fino ai giocattoli, ma anche agli utensili per la casa». Insomma, di tutto un po' per un allestimento variegato e multicolore che offrirà ottime occasioni.

Ma che cos’è un garage sale? Detto anche yard sale, rummage sale o moving sale è un’usanza frequente nei paesi anglosassoni: si tratta della vendita di oggetti usati da parte di privati motivati dalla volontà o dalla necessità di disfarsi di beni che non usano più o di ridurre la quantità di cose che occupano spazio vitale. Le transazioni si svolgono in modo informale e i prezzi bassi sono parte del gioco o un pretesto per raccogliere fondi destinati a cause condivise. In alcune zone degli Stati Uniti i garage sales hanno acquistato un valore significativo di coesione e di appartenenza alla comunità locale e sono diventati veri e propri eventi che coinvolgono regolarmente decine e decine e a volte centinaia di famiglie.

Da qui l'appello di Carlo Steiner: fornirgli un po' di materiale per il suo allestimento. In fondo tutti noi abbiamo troppe cose che siamo stanchi di vederci intorno e che possono essere rimesse in circolazione. In più non si deve dimenticare la buona causa: le rimanenze saranno donate a una organizzazione di utilità sociale che si incaricherà di ritirarli e di rimettili di nuovo in circolazione e i proventi saranno reinvestiti da Assab One in un progetto artistico sul territorio di via Padova.

Che altro? Nel corso del garage sale, che coincide tra l’altro con Start Milano, la manifestazione che vede tutte le gallerie aperte per un weekend e a cui Assab One partecipa con una mostra al primo piano, è previsto un programma di animazione e di eventi, quali una rassegna di musica jazz, proiezioni di video, interventi spot, improvvisazioni, momenti di intrattenimento per i bambini.

Per contattare direttamente Carlo Steiner, è possibile scrivere a [email protected] oppure telefonare al 338/175736

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags