Martedì 22 Settembre 2009

Milano Moda al via
Otto giorni di sfilate

Ritornano le sfilate di moda a Milano che annunciano le collezioni per la prossima primavera-estate. Finite le sfilate di New York ed esaurite quelle di Londra, la città lombarda da mercoledì sarà la capitale italiana della moda con una settantina di passerelle cui bisogna aggiungere, per avere la cifra realista degli appuntamenti, sia le sfilate collettive dei giovani (Incubatore della Moda, New Upcoming Designers, White Club) sia quelle degli stilisti-ospiti stranieri (stavolta pakistani, colombiani, russi e indiani) ma anche molte presentazioni importanti di note griffe d'abbigliamento e accessori.

In tutto otto giorni intensi di moda soprattutto made in Italy, con quattro giornate clou (dal 24 al 27) che vedono schiarati i big italiani, tra Armani, Prada, Versace e Cavalli.

Tutti hanno voglia di buttarsi la crisi alle spalle: Milano per questo ha messo in cantiere una miriade di iniziative culturali, perfino le visite guidate alla Pietà Rondanini, dedicate ai giornalisti stranieri (tanto per dimostrare loro che la città non è seconda a nessuno quanto a capolavori). Ci saranno tante inaugurazioni di negozi: Prada in particolare apre in corso Venezia una boutique molto speciale, dedicata ai suoi storici capi cult che potranno essere personalizzati in tutti i modi. Molte cene e cocktail (erano in calo le scorse stagioni) ma tutte molto all'insegna del garbo.

Milano però ha anche voglia di stare per strada: dopo la Vogue Fashion's Night dello scorso 10 settembre, la sera del 24 settembre la moda tenta di riempire piazza Duomo, con una sfilata «democratica» voluta fortemente da Ennio Capasa per il suo marchio giovane C'N'C.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags