Averara e Pizzino restano senza bar I sindaci: «Aiuteremo chi ne aprirà uno»
Lo storico bar «La Dogana» di Averara

Averara e Pizzino restano senza bar
I sindaci: «Aiuteremo chi ne aprirà uno»

Montagna. Chiusi gli unici locali, i paesi ora senza ritrovo pubblico. Rinunce ma anche difficoltà di trovare gestori per le restrizioni del lockdown. I Comuni: pronti a dare una mano.

«Siamo pronti a dare una mano, a sostenere chi vorrà aprire un nuovo locale pubblico». È l’appello dei sindaci di Averara Mauro Egman e di Taleggio Gianluca Arnoldi per ridare un po’ di vita a due paesi rimasti senza bar. La chiusura e le difficoltà di continuare a causa del lockdown ma anche una gestione arrivata alla fine per la pensione. Sono le motivazioni che hanno portato allo stop di due storiche attività: il bar «La Dogana» di Averara (aperto nel 2016 aveva ereditato precedenti gestioni), e il Mary bar di Pizzino, frazione di Taleggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA