Ponte San Michele, rocciatori in azione Rush finale per la riapertura ai treni
I rocciatori sul ponte San Michele (Foto by Colleoni)

Ponte San Michele, rocciatori in azione
Rush finale per la riapertura ai treni

Calusco d’Adda, al lavoro per completare i lavori e consentire il via ai treni dal 14 settembre, a due anni esatti dallo stop. Gli ultimi ritocchi, dopo il ripristino della circolazione.

È conto alla rovescia per la riapertura alla circolazione ferroviaria del ponte San Michele sul fiume Adda, fra Calusco e Paderno, che Rfi (Rete ferroviaria italiana) ha confermato avverrà il 14 settembre. La riapertura non metterà contemporaneamente fine all’intervento di manutenzione straordinaria in corso sul viadotto, che continuerà anche dopo: ciò che rimane da fare sarà però compatibile con il passaggio dei treni della linea Milano-Bergamo via Carnate. Devono invece necessariamente essere completati prima della riapertura i lavori sulle parti strutturali del ponte. Ecco perché in questi giorni si sono messi all’opera i rocciatori di una ditta specializzata che, in cordata, stanno provvedendo a piazzare i necessari rinforzi in quelle particolari parti del San Michele irraggiungibili con un ponteggio. In pratica, dove ritenuto necessario, i rocciatori stanno posizionando travi metalliche nuove a rinforzo di quelle vecchie e le stanno fissando insieme, sostituendo gli originari chiodi con bulloni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA