Il ricco Bezos in orbita Le parole non dette
Jeff Bezos dopo l’avventura nello spazio con il lanciatore suborbitale New Shepard della Blue Origin (Foto by Ansa)

Il ricco Bezos in orbita
Le parole non dette

Cosa fanno i multimiliardari quando si ritirano in pensione? Ultimamente vanno nello spazio. C’è chi guarda i cantieri stradali, loro invece guardano la curvatura terrestre. Lo ha fatto qualche settimana fa il patron di Virgin Richard Branson, lo ha seguito inaugurando il turismo intergalattico Jeff Bezos, 57 anni, l’imprenditore più ricco del mondo, detentore di una fortuna personale che vale quanto un Recovery Fund: oltre 200 miliardi di dollari. Di ritorno dalla stratosfera l’uomo delle stelle si è concesso una conferenza stampa in tuta da astronauta e vistoso cappello da cowboy (come dire: sto cavalcando tra gli astri verso la nuova frontiera) divertendosi a prendere in giro dipendenti e clienti Amazon: «Voglio ringraziarli tutti perché sono loro ad aver pagato tutto questo». In realtà i ringraziamenti avrebbero dovuto essere più estesi. Ad esempio ai miliardi di cittadini degli Stati in cui Amazon paga poco o punto le tasse poiché ha la sede fiscale in un Paese «tax free».

Con gli ultimi accordi internazionali la musica sta cambiando e le nuove multinazionali digitali pagheranno i tributi in proporzione ai luoghi dove vendono prodotti e servizi ma per decenni così non è stato ed è certamente questo (ma non solo naturalmente) uno dei fattori che hanno portato Amazon a divenire un colosso dell’e-commerce sbaragliando la concorrenza.

Come da tradizione (Bill Gates, Steve Jobs) anche l’ingegnere informatico Bezos aveva fondato la sua Amazon.com in un garage 27 anni fa. Oggi che ha 57 anni, quattro figli e un divorzio alle spalle ha deciso di lasciare la guida del colosso della distribuzione e del dettaglio on line (ma rimane presidente esecutivo) e di togliersi tutti gli sfizi possibili. Al suo posto il fidato collaboratore Andy Jassy, 53 anni. Nel 2020 Amazon ha aumentato il fatturato del 30 per cento per un totale di 340 miliardi di dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA