Spedizioni, e-commerce, uffici e servizi: così rinasce l’area dell’ex «Matto Matteo»

Stezzano Firmata la delibera, la zona sarà riqualificata. Il sindaco: «Operazione importante, stop al degrado». Posti di lavoro, l’impegno della nuova proprietà: il 20% agli abitanti del paese. Sorgerà anche un bosco urbano.

Spedizioni, e-commerce, uffici e servizi: così rinasce l’area dell’ex «Matto Matteo»

Dopo anni di attesa è ufficiale: l’ex «Matto Matteo» di Stezzano verrà finalmente riqualificato con un piano di rigenerazione che consentirà di portare nell’area di via Boito una nuova sede di una società di spedizionieri . L’ufficialità del progetto è arrivata da pochi giorni, con la firma di una delibera comunale specifica che delinea il futuro di tutta la zona. «Si tratta di un’operazione urbanistica molto importante – dichiara il sindaco, Simone Tangorra – che ci permetterà dopo oltre quindici anni di risanare un’area da tempo molto degradata, oggetto purtroppo in passato anche di rave party . Il progetto, con la demolizione dei vecchi capannoni, la bonifica del sito e la costruzione del nuovo polo, è stato depositato dall’attuale proprietà (la “Frama Prefabbricati srl” di Bergamo, ndr) che in queste settimane sta definendo l’accordo privato con i nuovi proprietari, una ditta di spedizionieri che trasformerà il “Matto Matteo” nel loro nuovo centro operativo, con magazzini, uffici e spazi dedicati all’e-commerce».

© RIPRODUZIONE RISERVATA