Ictus, recupero più veloce con una stimolazione light

Neurochirurgia Scoperta la possibilità di favorire il recupero di un arto paralizzato con una piccola corrente mediante un dispositivo non invasivo.

Ictus, recupero più veloce con una stimolazione light

Ricercatori dell’Università Cattolica, campus di Roma-Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, insieme a colleghi dell’Irccs San Raffaele, hanno scoperto la possibilità di favorire il recupero dell’arto paralizzato a seguito di un ictus e, potenzialmente, di ridurre la disabilità associata all’evento cerebrovascolare , applicando una piccola corrente indolore mediante un dispositivo non invasivo, semplicemente applicato sul capo, ma in grado di raggiungere attraverso il cranio le strutture cerebrali sottostanti e di modificarne l’eccitabilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA