CRV - Prima commissione - Presentato il Geoportale dei dati territoriali

CRV - Prima commissione - Presentato il Geoportale dei dati territoriali
CRV - Prima commissione - Presentato il Geoportale dei dati territoriali

(Arv) Venezia 15 dic. 2021 -     Presentato nella seduta odierna della Prima commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto presieduta da  Luciano Sandonà  (Zaia Presidente), Vicepresidente  Vanessa Camani  (Partito Democratico), alla quale ha partecipato l’Assessore regionale Francesco Calzavara, il Geoportale dei dati territoriali, uno strumento informatico, al momento ancora a disposizione della Regione, che riunisce, su cartografie e ortofoto regionali, una serie di dati statistici a carattere economico, demografico, ambientale, territoriale e sociale. L’elaborazione del Geoportale costituisce la tappa iniziale del percorso di studio relativo al prossimo Piano di Riordino Territoriale e alla valorizzazione dell’associazionismo intercomunale e di fusione dei Comuni del Veneto, attraverso il supporto e l’analisi di dati oggettivi riguardanti i 563 comuni del Veneto, il 56% dei quali ha un numero di abitanti inferiore a 5mila. Nel corso dell’illustrazione del Geoportale sono intervenuti, per presentare la propria esperienza, Roberto Padrin, sindaco del Comune di Longarone (istituito nel 2014 a seguito della fusione dei comuni preesistenti di Longarone e Castellavazzo), Annalisa Rampin, sindaco di Pieve del Grappa (istituito nel 2019 a seguito della fusione dei comuni di Crespano del Grappa e Paderno del Grappa), Marco Montan, sindaco di Castegnero (ente coinvolto nella mancata fusione con i comuni di Longare e Nanto, a seguito degli esiti del referendum del 2019) e Daniele Canella, sindaco di San Giorgio delle Pertiche e presidente della Federazione dei comuni del Camposampierese, sorta formalmente il 1’ gennaio 2011 dalla fusione per incorporazione dell’Unione dei Comuni del Camposampierese e dell’Unione dell’Alta Padovana.

In apertura, la Commissione ha dato il proprio via libera, a maggioranza, senza voti contrari, al Parere alla Giunta regionale n. 118 che aggiorna il piano di alienazione del patrimonio immobiliare regionale, già approvato nel giugno scorso, mediante l’inserimento di due schede, quelle denominate Mostra Nazionale vini di Pramaggiore ed ex Centro di Formazione Professionale di San Donà.

Incardinato in Commissione, infine, in vista del futuro esame, il Progetto di legge statale n. 13, illustrato dal primo firmatario, il Consigliere Marco Zecchinato (Lega-LV), che, in funzione del rafforzamento degli enti del Terzo settore, propone di rideterminare in aumento, dal 5 al 10 per mille, l’ammontare della quota Irpef liberamente destinabile in base alla scelta del contribuente.

La responsabilità editoriale e i contenuti di cui al presente comunicato stampa sono a cura di CONSIGLIO REGIONALE VENETO

© RIPRODUZIONE RISERVATA