CRV - Via libera a ‘Veneto cantiere veloce’ per rilanciare l’edilizia
CRV - Via libera a ‘Veneto cantiere veloce’ per rilanciare l’edilizia

CRV - Via libera a ‘Veneto cantiere veloce’ per rilanciare l’edilizia

(Arv) Venezia 10 giu. 2021  - La Seconda commissione consiliare permanente, presieduta da Silvia Rizzotto (ZP), vicepresidente Jonatan Montanariello (Pd), ha votato a maggioranza la Proposta di legge n. 20, di cui è primo firmatario il consigliere del Gruppo Misto Stefano Valdegamberi (GM), “Semplificazioni in materia urbanistica ed edilizia per il bilancio del settore delle costruzioni e la promozione della rigenerazione urbana e del contenimento del consumo di suolo - 'Veneto cantiere veloce'”. Per l’esame dell’aula consiliare, è stato nominato Relatore Marco Zecchinato (ZP), Correlatore Andrea Zanoni (Pd).

Prima della votazione finale sul Pdl, la commissione ha votato a maggioranza, senza voti contrari, la norma finanziaria, dopo aver acquisito il parere favorevole della Prima commissione. Il Pdl era già stato esaminato nelle precedenti sedute. Sono state recepite le osservazioni pervenute attraverso l’ampio giro di consultazioni che ha coinvolto numerosi soggetti portatori di interesse, in primis gli Enti locali. L’obiettivo è semplificare la materia per rendere più incisivi i diversi interventi, nel rispetto delle previsioni contenute nel DPR 380/2001 (Testo Unico Edilizia). Il Progetto di legge agevola il rilancio del settore edilizio: prevede l’adozione di misure di semplificazione e accelerazione dell’iter di alcuni procedimenti amministrativi e la riduzione di oneri e adempimenti.

Il presidente Rizzotto ha evidenziato “l’importanza di una proposta normativa che introduce semplificazioni utili a rilanciare il settore dell’edilizia. In commissione, abbiamo svolto un importante lavoro finalizzato a dare legittimità a un provvedimento che deve tener conto del quadro normativo nazionale”.

Per il vicepresidente Montanariello si tratta di un provvedimento “che non darà alcun beneficio, ma che ha impegnato molto tempo della commissione, metà del quale speso solo per eliminare disposizioni già superate o illegittime”.

E’ stato completato l’esame del Disegno di legge della Giunta regionale “Disposizioni di adeguamento ordinamentale 2021 in materia di governo del territorio, viabilità, lavori pubblici, appalti, ambiente, protezione civile ed acque minerali e termali”. Il DL, in continuità con l’indirizzo seguito nel corso della passata legislatura, ha l’obiettivo di introdurre norme finalizzate alla semplificazione, manutenzione o all’adeguamento dell’ordinamento regionale vigente, raggruppate per settori omogenei di materie. Sono state esaminate e votate oggi disposizioni in materia di trasporto marittimo non di linea e ambientale (cave e sicurezza idraulica). Il provvedimento verrà ora inviato alla Prima commissione per acquisire il parere di competenza sulla neutralità finanziaria.

È stato espresso a maggioranza il parere alla Giunta in ordine alla modifica del Piano ordinario di vendita quinquennale degli alloggi di edilizia residenziale pubblica dell'ATER di Verona. Vengono stralciati dal Piano 37 alloggi e inseriti 245. L’ATER scaligera prevede di alienare un centinaio di immobili, con un ricavo stimato in circa 5 milioni e mezzo di euro, somma che verrà destinata al recupero di 220 alloggi sfitti e vetusti.

La responsabilità editoriale e i contenuti di cui al presente comunicato stampa sono a cura di CONSIGLIO REGIONALE VENETO


© RIPRODUZIONE RISERVATA