Martedì 29 Giugno 2010

Pastore Bergamasco
raduno ad Ardesio

Passeggiando per le strade di città con un Bergamasco ci si sente osservati, molti chiedono incuriositi che razza è? Pochi lo riconoscono, non più del 30% degli italiani sanno dare un nome a questa razza. Questo avviene anche per le strade di Bergamo, da cui la razza ha preso il nome.

Ebbene, chi volesse conoscere questa meravigliosa razza, le sue doti di carattere e la sua espressione avrà l'opportunità di farlo ad Ardesio in val Seriana nel prossimo weekend, 3-4 luglio. La razza è stata salvata dall'estinzione nell'immediato dopoguerra a opera di allevatori benemeriti. La situazione demografica per fortuna è un po' cambiata rispetto a quei tempi, ma non più di tanto.

Purtroppo il numero di cucciolate e le iscrizioni ai libri genealogici sono drasticamente crollate in questi ultimi anni passando agli ultimi posti delle razze italiane. Nonostante ciò, questa nostra razza è sempre più apprezzata in Nord Europa. In qualsiasi parte del mondo, chi ha avuto un Bergamasco torna a riprenderlo poiché non può dimenticare quanto ha ricevuto da questo cane.

Poche altre razze hanno la capacità di poter discernere come il Bergamasco, di apprendere con tanta facilità quanto gli si insegna e di creare un rapporto con l'uomo così profondo. Sono ottimi cani da guardia, ma sanno contenere la propria aggressività e solo in casi estremi arrivano a mordere. Si prestano a qualsiasi tipo di addestramento, ma soprattutto sono ottimi cani da compagnia per il rapporto che riescono a creare con il loro padrone.

Il Bergamasco, da sempre apprezzato in Svizzera, dove sono state scritte le prime documentazioni storiche sulla razza, è ben conosciuto e allevato anche in Germania, Belgio, Svezia e in molte parti del resto d'Europa, dove ne apprezzano le sue doti psichiche e la sua rusticità. L'approccio con il cane nel nord Europa è completamente differente da quello di casa nostra, la cultura cinofila è diffusa ed appresa già da bambini, il rapporto con il cane è molto più stretto, ma anche gli ambienti sono differenti, più spazi, più amore per la vita all'aria aperta.

Chi ha un Bergamasco, specie in quegli ambienti, troverà piacere nel fare lunghe passeggiate nei boschi o nei parchi, spesso accompagnato da più bambini che sgambettano attorno al cane senza alcun timore, ed è per questo che la richiesta di Bergamaschi da questi paesi è in costante aumento.

La scelta verso questa razza è dovuta non solo per le sue doti psichiche, ma specialmente perché è una razza sana, senza problemi di salute come è per molte razze più diffuse, molto elaborate dall'uomo allevatore, dove si fanno molti controlli, ma con scarsi risultati poiché alcuni concetti generali di selezione sono stati dimenticati.

La popolazione oggi esistente di Bergamaschi è esigua, ma è sana e con una consanguineità relativamente contenuta, tenuta sotto controllo da allevatori preparati. L'associazione Amatori del Cane da Pastore Bergamasco S.A.B. (www.pastore-bergamasco.net), che tutela la razza già da alcuni anni, ha messo a punto un programma computerizzato di riordino dei dati genealogici che permette di inserire un ampio numero di osservazioni e di dati zootecnici e dà la possibilità di controlli e di valutazioni sugli ascendenti, sui discendenti e sui collaterali.

In occasione del raduno di razza che si è tenuto l'anno scorso a Vezza d'Oglio e che ha visto la partecipazione di allevatori venuti appositamente da tutto il mondo, l'Associazione ha organizzato una giornata tecnica di studio sulla razza i cui procedings messi su dvd sono disponibili al Club.

Ogni anno è diventata consuetudine che la S.A.B. organizzi il primo weekend di luglio un raduno di razza in una località montana. Il raduno si svolge in due giorni ad Ardesio in alta Valle Seriana. Dove oggi come un tempo le greggi risalendo le rive del Serio raggiungono i verdi pascoli alpini dove il cane da pastore Bergamasco la fa da protagonista guidando e conducendo ovini e bovini per sentieri anche impervi.

Sabato 3 luglio in località Cacciamali si svolgerà il Festival della razza con dimostrazioni di lavoro con le pecore, agility e passeggiata a riprova della duttilità del bergamasco e con l'intenzione di non limitare il raduno ad una competizione, ma di creare una partecipazione degli amici della razza vivendo un weekend piacevole in compagnia dei propri cani, in una splendida cornice naturale tra verdi prati alpini, per terminare alla sera con la benedizione dei cani sul sagrato di Ardesio.

Domenica 4 luglio al campo sportivo dell'Oratorio di Ardesio si svolgerà il raduno nazionale con in palio il Cac (certificato attitudine al campionato) valido Enci.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata