Mercoledì 01 Dicembre 2010

Mostre e concerti
Il Natale in provincia

Una magica notte aspettando Santa Lucia, due mostre, sei spettacoli in altrettanti Comuni e un Capodanno sulle note di Strauss al Teatro Sociale in Città Alta. La Provincia presenta la rassegna «Natale 2010». «Emozioni dentro e fuori il palazzo di via Tasso, con l'obiettivo di valorizzare i beni culturali del territorio, coniugando la qualità delle proposte con la festa popolare», è l'atmosfera del carnet di eventi (tutti gratuiti) descritta dall'assessore provinciale alla Cultura Giovanni Milesi.

Per prepararsi alla notte più lunga che ci sia, domenica 12 dicembre (dalle 15 alle 21, ingresso gratuito), nel palazzo della Provincia si alterneranno laboratori (a cura dell'associazione genitori Age e degli studenti del liceo artistico) e spettacoli (con attori, musici, cantori e artigiani, con oltre dieci realtà coinvolte e lo studio della luce di Oreste Castagna) dedicati alla Santa più buona che ci sia. «Inoltre – spiega l'assessore Milesi – distribuiremo più di 30 mila cartoline sulle quali i bambini potranno "consegnare" la loro storia di Santa Lucia. Pensieri e racconti che verranno poi pubblicati in una pagina dedicata del sito della Provincia».

Fatti felici i più piccoli, si è pensato anche a come soddisfare i gusti degli adulti più raffinati. Per loro due mostre allestite nello Spazio Viterbi di via Tasso. Dal 7 dicembre al 9 gennaio verranno esposti i presepi artistici realizzati dal maestro Raffaele Boselli nel percorso intitolato «Natum videte». Mentre dal 16 dicembre al 9 gennaio si potrà ammirare «L'Annunciazione», due dipinti «riscoperti» del pittore bergamasco Carlo Ceresa. «Ma la Provincia – aggiunge Milesi – vuole anche animare il territorio, portando spettacoli teatrali e musicali in sei piccoli Comuni. È il primo anno di questa iniziativa, per cui si sono scelti questi paesi, con l'obiettivo di allargare il coinvolgimento in futuro».

Si parte il 13 dicembre a Predore, il 19 a Torre Pallavicina, il 27 a Castel Rozzone e il 5 gennaio a Calusco d'Adda. Tutte le manifestazioni sono gratuite: si va dal swing alla musica occitana fino alla Buona novella di De Andrè. E non poteva mancare l'evento «cittadino», con il concerto di Capodanno nella cornice ritrovata del Teatro Sociale.

«Verranno eseguite musiche di Strauss adattate dall'ensemble Zandonai dell'orchestra da camera di Trento e balletto Kormat Dance Company di Brescia», anticipa Milesi. L'ingresso sarà gratuito, con l'obbligo di prenotazione dal 13 dicembre negli uffici Cultura della Provincia, che per l'intera rassegna ha stanziato circa 35 mila euro.

Benedetta Ravizza

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags