Giovedì 26 Maggio 2011

Grassobbio: sabato
c'è la notte bianca

L'anno scorso veniva giù tanta di quella pioggia, insistente e abbondante, che non si riuscì ad azzardare di mettere in pratica nemmeno una minima parta del programma. Così, nella prima Notte bianca di Grassobbio, non restò altro da fare che dormire, cullati dalle gocce di pioggia: tutti a letto, anche se a malincuore, dopo dopo mesi di preparativi e impegni assunti.

Adesso l'occasione si ripresenta: la Notte bianca è in programma per sabato, dalle 20 alle 2, promossa dal Comune di Grassobbio in collaborazione con i commercianti, le associazioni del paese, volontari e gruppi vari. Ne è uscita una manifestazione ancora più ricca di eventi di quella andata a monte l'anno scorso. Novità assoluta il giro sulla carrozza a 18 posti, trainata da cavalli, a cura della Fondazione Bosis.

E poi ci saranno angolo pony per i più piccoli, esposizione di trattori storici, carrozze e auto d'epoca, auto da competizione e moto Ducati. E ancora, una caccia al tesoro che terrà svegli i bambini fino a tardi, gruppi musicali per i giovani nella piazzetta delle scuole medie mentre in Cascina Ghezzi – sede dell'associazione anziani – andrà in scena il ballo liscio con musiche degli anni Sessanta e Settanta.

L'assessore al Commercio Marco Paciolla informa che stavolta «in caso di maltempo si andrà a mercoledì primo giugno. Il servizio di sicurezza è garantito dalla Colonna mobile provinciale della Protezione civile Dalmine Zingonia, con servizio ambulanza Pedrini». I commercianti terranno i negozi aperti, mentre verranno allestiti dei tavolini all'aperto per consumare panini, bibite, birra alla spina, pizze, cotechini, dolci e torte, ma anche i casoncelli.

La Notte bianca coinvolgerà tutto il paese interessando le vie 24 Maggio, Solferino, Vespucci, Giovanni XXIII, Colombo, Donizetti, Roma, Luther King, e piazza Aldo Moro. Fra le iniziative in programma i madonnari (vicino alla chiesa nuova), una mostra di Pietro Mosca, judo, ginnastica artistica, scherma, arti marziali, creazioni con pasta di mais, libri antichi, francobolli, monete, figurine, vetri di Murano, restauro libri, gioielli, acconciature, moda, banche, bancarelle, una fiaba per strada, fiori e stand delle associazioni di volontariato sociale.

«Sono previste - conclude l'assessore Paciolla - anche alcune presenze a sorpresa che hanno promesso di venire a trovarci, ma non possiamo anticipare nulla: se ci saranno davvero, sarà la ciliegina sulla torta».

Em. C.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata