Sabato 20 Luglio 2013

Capriate, Leolandia
Il galeone dei pirati

Un investimento di tre milioni di euro e 25 mila ore di lavoro. Tanto ha messo in campo il parco di divertimenti Minitalia Leolandia di Capriate per la nuova maxi attrazione acquatica «Mediterranea». Il gioco consiste in una battaglia a suon di cannonate d'acqua (impossibile rimanere asciutti) tra la piratessa Mediterranea che dà il nome all'attrazione e le Repubbliche Marinare.

Composta da otto barche con otto posti l'una, è in grado di ospitare mille persone ogni ora ed «è la prima giostra in Italia - evidenzia il direttore del parco, Massimiliano Freddi - che in una delle barche ha una postazione adatta all'utilizzo da parte delle persone in sedia a rotelle. Contiene effetti speciali come cascate d'acqua con proiezioni, laser colorati e fumo. Per realizzare l'attrazione e tematizzare l'area circostante sono state impiegate 25.000 ore di lavoro e 3 milioni di euro».

Una tematizzazione curata nei minimi dettagli: la giostra infatti è ispirata all'architettura delle città marittime italiane del 1500 ed è realizzata interamente dallo staff di scenografi di Leolandia. La nuova attrazione è stata presentata al pubblico lo scorso 6 luglio, in concomitanza dell'inizio delle «Notti magiche» di Leolandia, le aperture serali nei sabati di luglio e agosto fino alle 22, e sta riscuotendo successo tra i visitatori.

È un investimento rilevante per il parco bergamasco (è il più importante del Nord Ovest) che ha intrapreso una decisa azione di rilancio. Un rilancio che, soprattutto in tempi di crisi, si avvale anche di una serie di promozioni: per esempio abbonamenti estivi (39 euro sul sito leolandia.it o 19 euro per chi è già nel parco), biglietti che valgono doppio (dopo la prima visita si può tornare gratis entro 15 giorni) e un «pacchetto vacanza» di due giorni al parco e una notte in hotel da 44 euro a persona.

Poco distante dal casello autostradale di Capriate, Minitalia Leolandia è immerso in un'area verde che contiene cinque aree tematiche con 27 giostre. La prima delle cinque aree è la Riva dei Pirati, ispirata alle pagine di Salgari; poi c'è Cowboy Town, una città in stile «spaghetti western»; a seguire Expo 1906 dedicata all'esposizione di Milano di inizio '900 con curiosi prototipi di macchine volanti e un cannone umano.

Terre di Leonardo, invece, è l'area in cui rivive il Rinascimento e i bozzetti del grande genio di Vinci si trasformano fantastiche giostre; infine Minitalia & Animali è il grande classico che affascina adulti e bambini con la storica Minitalia (160 monumenti in miniatura, che la sera si illuminano), la fattoria, il nuovo acquario e il rettilario.

Emanuele Biava

m.sanfilippo

© riproduzione riservata