Giovedì 12 Settembre 2013

La «Festa della taragna» a Zogno
ritorna nei prossimi due weekend

Un must del settembre bergamasco, una festa che richiama buongustai da tutta la provincia e dal Milanese. Parliamo della «Festa della Taragna» di Stabello di Zogno in programma da venerdì 13 a domenica 15 e da venerdì 20 a domenica 22 al campo sportivo della frazione zognese, tutte le sere dalle 18,30 alle 24.

Due weekend dove piatto indiscusso sarà la polenta taragna cucinata rigorosamente rispettando le regole della tradizione brembana, utilizzando ingredienti locali. Il piatto fumante sarà servito accompagnato da altre pietanze come capriolo, cinghiale, bistecca di cavallo o lo spiedino «El pincia».

«L'ingrediente essenziale è però lo spirito di servizio e collaborazione che si respira tra i cento volontari che collaborano per la buona riuscita della festa - dicono Carlo Vitali ed Erik Zanchi - fra lo staff tanti giovani». «Abbiamo in programma una serie di attrazioni che coinvolgeranno le centinaia di persone che raggiungono questa sagra - aggiungono Roberto Rinaldi e Moira Calvi -, come esibizione di ballo, canto, schiumaparty, oppure l'elezione di Miss Taragna».

Il ricavato della manifestazione sarà devoluto come le passate edizioni per la ristrutturazione dell'oratorio. Nata nel 1993 dall'idea del gruppo sportivo del paese e per finanziare la squadra locale di calcio, la festa quest'anno giunge alla 21° edizione.

«Non avremmo mai pensato a un successo di questo genere e una longevità simile - chiosano Giovanni Pesenti e Gianfranco Lazzaroni, fra i fondatori di questa sagra -. Voleva essere una semplice sagra di paese, e proprio la semplicità è stato il nostro successo».

«È un bell'esempio di comunità e servizio - sottolinea don Liduino Belotti, parroco di Stabello -, il ricavato da tempo è destinato per la realizzazione dell'oratorio, luogo di aggregazione per la comunità di questo paese. È l'unione che fa la forza, questa festa ne è l'esempio».

Come le passate edizione in frazione il Comune di Zogno ha istituito un senso unico per evitare ingorghi: si raggiunge Stabello da Zogno e si scende da Sedrina. «Anche quest'anno i giovani che provengono da Paesi esteri potranno mangiare polenta taragna gratuitamente - conclude Massimo Pesenti -, è un'iniziativa che riscuote parecchio successo. Abbiamo tanti studenti Erasmus o giovani stranieri che si trovano in Bergamasca per lavoro o ferie e decidono di raggiungere la sagra. È stata realizzata pure una pagina facebook "Festa della Taragna": ogni 500 "Mi piace" è offerta una cena per due persone».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags