Giovedì 19 Giugno 2008

Le piante e il climaSolstizio nell’Orto botanico

Per il quinto anno consecutivo l’Orto botanico di Bergamo il 21 e 22 giugno apre i cancelli per la manifestazione del Solstizio d’estate negli Orti botanici della Lombardia. Il tema di questa edizione è «Le piante e i cambiamenti climatici». In Città Alta il tema del solstizio è affrontato in modo divertente ed educativo, sia per i più piccoli che per un pubblico adulto, offrendo sia nuovi itinerari espositivi che possibilità di approfondimento con persone disponibili a condividere i propri saperi.

Gli appuntamenti
Sabato 21 giugno
«Occhio al pelo, come i vegetali si adeguano al clima» è un itinerario guidato su varie postazioni dove gli operatori dell’Orto introdurranno i visitatori all’affascinante mondo dei vegetali e delle loro strategie messe in atto per sopravvivere nelle diverse aree del pianeta utilizzando come chiave di lettura la pelosità delle piante (dalle ore 17 alle ore 19 ogni mezz’ora).
Esempi viventi di adattamenti alle condizioni climatiche estreme sono le piante succulente, da sabato (dalle ore 16,30 orario di inaugurazione) visitabili nella nuova esposizione didattica in serra, realizzata grazie alla collaborazione della Banca del Tempo – Bergamo Centro e dell’Associazione Cactus & Co. che si presentano per l’occasione. Guide d’eccezione alla serra sono i collezionisti di tale associazione a disposizione (dalle ore 17) per rispondere ad ogni curiosità in merito alla coltivazione delle piante grasse, per coinvolgere il pubblico con estrazioni premio e distribuire piante con sottoscrizione.
La programmazione serale, che confluisce nell’iniziativa MuseiNottiAperte prevede sia riflessioni giocose sul tema precedente che installazioni volte a stimolare la curiosità e i sensi di chi sale all’Orto Botanico.
«Freddo/Caldo» (dalle ore 20 alle ore 23 in Sala Viscontea) è l’iniziativa a base di giochi interattivi per riflettere sui cambiamenti climatici in corso, prevista contemporaneamente alla presentazione dei primi risultati del dialogo aperto tra Orti Botanici della Lombardia e visitatori sullo stesso tema.
A rendere l’Orto Botanico un luogo di suggestione e poesia vi è il nuovo itinerario luminoso curato da Roberto Catellani, noto light designer, dal titolo «Le Lune nell’Orto» e che permette di godere l’Orto di notte come mai è stato possibile in precedenza: luogo di qualità estetica, magico, poetico e romantico. Ad esso contribuisce anche l’installazione artistica luminosa «Nous sommes ici, Monsieur Monet» proposta e curata da Bandinu.Camaggi.Finelli.Guerinoni (quattro giovani artiste) e dedicata al grande pittore impressionista francese che per 20 anni della propria vita ritrasse ninfee nel laghetto di Giverny.
L’Orto di notte fa da cornice ideale alle letture shakespeariane che toccano le corde dell’animo fra natura e sentimento dal titolo “La viola è per il pensiero – Itinerario amoroso” (alle 22) a cura del Teatro Prova, allietate al termine della serata dalle tisane da piante da coltura biologica.

Domenica 22 giugno
Domenica 22 giugno sarà poi l’occasione per incontrare un esperto di giardini sostenibili, ovvero, i cosiddetti giardini sapienti a bassa manutenzione con l’utilizzo di piante autoctone oppure esotiche ma adatte a crescere in condizioni di stress idrico o di anomalie stagionali; «Wise gardening, il giardino si prepara al cambiamento» è filo conduttore delle esperienze di giardinaggio maturate (dalle 16 alle 18).
In contemporanea (ore 16) è possibile essere accompagnati nella visita a “le piante dell’Orto e gli adattamenti climatici” curata da operatori dell’Orto Botanico.
Per l’intera giornata (dalle 9 alle 19) in Sala Viscontea saranno attivi e accessibili gratuitamente i laboratori interattivi de “L’officina botanica dell’Orto Botanico” adatti ai più piccoli ma in grado di incuriosire anche gli adulti.
(19/06/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags